lunedì 16 settembre 2013

Smoothies more, banana e lamponi



Ebbene sì, ho fatto anche io uno smoothies. Nella sua trappola ci son caduta anch'io, avanti il prossimo, gli lascio il posto mio. 

Dopo averlo visto svariate volte sul web , altrettante sugli scaffali dei super, mi sono convinta ad assaggiarlo e già al primo sorso mi son fatta una domanda:

ma la differenza con il frullato qual è?
Credo che tutti gli italiani, assaggiandolo, si siano fatti questa domanda. Mi  sono informata e ne so quanto prima.
C'è una gran confusione (sarà perchè ti amo), intorno a quello che è frullato, frappè, milkshake, smooties, centrifugati e succhi di frutta.
Vediamo di analizzare la cosa.

Frullato: frutta o verdura frullata da sola o con acqua o ghiaccio o yogurt o latte.

Frappè:  frutta o aromi (cacao, menta) frullati con ghiaccio, zucchero e latte.

Milkshake: termine inglese per indicare il frappè.

Centrifugati:  con la centrifuga si separano la polpa dalla buccia di frutta o verdura e non si aggiunge nient'altro.

Succhi di frutta: concentrato della polpa della frutta con l'aggiunta di zuccheri.

Smoothies: frutta fresca o congelata, frullata con zucchero yogurt e ghiaccio.

Come vedete la differenza è minima e a volte ho la sensazione che ci stanno prendendo per il cucuzzolo della banana.
E credo che sia un po' colpa di questa forzata globalizzazione sui nomi. 
Fingerfood, buffet, escargots, consommè, wraps e smoothies. Che siccome i nomi son diversi, si deve trovare per forza una differenza nella preparazione.
Io me lo sono fatta in casa e in confronto a quello comprato, il mio era molto ma molto più buono.
L'ho fatto banana e lamponi (chi c'era con te) e siccome l'estate sta finendo (e un anno se ne va) ho aggiunto anche le more.
Viene denso come uno yogurt da bere (frullato), se lo volete più liquido basterà aggiungere del latte (milkshake).
Vi ho confuso ulteriormente, lo so. 
Fatevi uno zabaione che quello è uguale e unico in tutto il mondo.

Scherzi a parte, il mio smoothie, mi ha sostituito il pranzo e mi ha caricato di vitamine.
Ho letto che si può conservare 2/3 giorni in frigo ma credo che berlo subito sia meglio. Ho aggiunto la banana perché gli dona una texture più vellutata.
Ringrazio Cocciante, i Ricchi e Poveri, Morandi e i Righeira per avermi sostenuto nella stesura del post.



Per 1 litro e poco più di smoothie

250 g di lamponi
250 g di more
1 banana
3 cucchiai di zucchero
3  yogurt (io li ho presi alla vaniglia)
12 cubetti di ghiaccio

Lavare i frutti rossi. Mettere nel frullatore le more, i lamponi , la banana tagliata a rondelle, lo zucchero, gli yogurt e i cubetti di ghiaccio. Frullare bene, servire subito e cerca di essere un tenero amante.




SHARE:

27 commenti

  1. Sei un mito...sei un mito per me:-D! cmq é vero alla fine resta un frullato anche se più denso é vellutato e i colori del tuo smoothie sono cosi sgargianti e meravigliosi, una fresca e golosa botta di vita!! Bacioniiiiii

    RispondiElimina
  2. Ciao Monique, il colore di questo smoothies è favoloso, immagino anche il sapore, e tu sei troppo simpatica!!!
    Bacioni, buona settimana...

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora di provarlo deve essere davvero delizioso e il colore è stupendo. Complimenti hai un bellissmo blog ricco di ricette sfiziosissime! buona giornata

    RispondiElimina
  4. Il tuo smoothie lo proverei volentieri! Quel colore rapisce i miei sensi, quel gusto li avvolge.. insomma.. è venuto uno splendore! <3 Come te <3

    RispondiElimina
  5. Hai perfettamente ragione anche io quest'estate ho provato vari smoothies ma le differenze con il semplice e buon frullato sono veramente poche ;-)
    Come sempre adoro le tue foto sei troppo chic!

    RispondiElimina
  6. Lo faccio ma solo se mi garantisci che viene di quel colore (e se mi colora anche la lingua son più contenta) ;))))))))))))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lingua non me la sono guardata ma il colore del frull...ehm..smoothie è quello della foto:-)

      Elimina
  7. Chiamiamolo come vogliamo, l'importante è che sia buono, fatto di frutta fresca (preferisco a quella congelata) e di stagione il tuo ha inoltre un colore stupendo e invitante quanto mai!
    Un bacione,
    Cri

    RispondiElimina
  8. che colore Monique, chissà com'è buono! chiamiamolo pure come vogliamo o, come dice mio marito, frullato...lui odia quando mi ostino ad usare nomi inglesi soprattutto perchè, come hai notato anche tu, la differenza....ahaha non c'è!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aria come foodbloggers a volte siamo un po' obbligate ad usare certi termini. L'ho scritto, l'unica differenza che ho trovato con quelli comprati, è che il mio era troppo meglissimo!

      Elimina
  9. Moni,super come al solito! testo delizioso, ma Marco Ferradini non lo ringrazi?

    il suo teorema mi gira nella testa dal 1981.un abbraccio

    mamma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No mamma, chiamalo tu visto che me lo hai fatto conoscere, cantando la sua canzone dal 1981! bacini

      Elimina
  10. buonissimo, ma posso continuare a chiamarlo frullato allo yogurt? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nel mio blog sì, ma attento: fuori rischi il linciaggio!

      Elimina
  11. Davvero buonissimo!! E con more, lamponi e banane... slurpissimo!!!!!
    Bacioni,
    Franci

    RispondiElimina
  12. che bella e sana accoppiata, posso un pochino???

    RispondiElimina
  13. Ciao monique! che bellooo smoothies! devo provarlo!!!a presto!!!

    RispondiElimina
  14. E se ti dicessi che è splendido? (splendente, parapapapara... ok, mi sono fatta prendere).. Io un po' la differenza la conoscevo, dire milkshake al posto di frappè fa molto american-girl, tipo Kelys quando cantava "my milkshake bring all the boy to the yard" (libere associazioni), MA quello che fa la differenza è sempre la frutta, che sia gustosa. Comunque la trappola dello smoothies non è niente male e io ci cadrei volentieri, altro che senz'anima!:)
    Smuack:*

    RispondiElimina
  15. Sai che mi fai sempre morire dal ridere?? A dire la verità nemmeno io ho ma capito la differenza, infatti dico sempre "mi faccio un frullato" alla faccia dello Smoothies! Buono, banane e lampone poi mi pare si sposa proprio bene. Un abbraccio cara Monique

    RispondiElimina
  16. Questo colore mi dà una carica pazzesca solo a guardarlo... :-)
    E che belle foto, brava!

    RispondiElimina
  17. Mitica! Sei davvero mitica!! La voce alternativa del web (e che fa foto da urlo)!!

    RispondiElimina
  18. Ma che meraviglia Monique, ha un colore invitantissimo!!!
    Se solo potessi ne assaggerei volentieri un bicchierino!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  19. Fantastica! La roba frullata (frappeata, milkshekerata etc) mi piace poco, in generale, ma il tuo smoothie ha un colore strepitoso che quasi quasi... lo faccio alle mie bimbe! ;)

    RispondiElimina
  20. ahahahhahah ti conosco da poco ma sei veramente simpaticissima!! grazie per questo post istruttivo su smoothies, frullati & co.
    ciao!!

    RispondiElimina
  21. Ah ah ah, ci pigliano per il cucuzzolo eccome!!
    Comunque il tuo preparato è davvero invitante, ci puccerei i biscotti dentro!!!
    Ciao ciao!

    RispondiElimina
  22. ciao Monica, complimenti per il tuo blog: le ricette sono interessanti le foto davvero bellissime!
    A titolo informativo: io sapevo che la differenza tra gli smoothies e le altre bevande sta nel fatto che lo smoothie non ha zucchero e quasi sempre viene fatto col ghiaccio, inoltre contiene verdure... io li faccio senza yogurt ma con l'acqua per un risultato leggerissimo, un vero toccasana ! Ciao! :-)

    RispondiElimina
  23. Tanto per partecipare alla baraonda: lassi

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig