sabato 3 febbraio 2018

vegan pecan tarte


Ecco una delle tante "senza", non che sia dietetica eh, la cioccolata è sempre là, bella presente. Ma già il fatto, almeno per me, che non ci sia burro, latte e latticini, mi permette di stare in pace con i diavoli della mia mente (mangia dolce, mangia dolce, mangia dolce) e non star male:-)
Ecco la ricetta:



Tortiera 22 cm
24 biscotti vegan (al cioccolato ma anche normali vanno bene)
80 g burro vegetale
300 g cioccolato fondente
250 latte di cocco
170 g noci pecan


Ridurre in polvere i biscotti e unirli al cioccolato fuso. Spennellare la tortiera di burro e schiaccirci i biscotti per creare la crosta. Lasciare in frigo un paio di ore. tagliare il cioccolato a piccoli pezzi e mettetelo in una ciotola. Scaldare il latte di cocco senza farlo arrivare ad ebollizione e versarlo sul cioccolato, coprendolo interamente. Aspettare un paio di minuti e mescolare con una frustino fino a renderlo omogeneo. Spezzettare qualche noce peccai, unirla alla cioccolata, versare nella crosta di biscotti e lasciare in frigo circa mezz'ora o fino a quando la crema non si sarà rassodata un po'. decorare con le noci e lasciare in frigo una notte per far rassodare completamente.

SHARE:

lunedì 29 gennaio 2018

Rovesciata ai mandarini





C'è un momento nell'inverno, nel quale inizio a scalpitare e aver davvero tanto bisogno di colore.
mi è venuta in mente una torta con mandarino e una piccola ricerca su internet mi ha portato qui 

Ecco quindi la ricetta di questa buonissima, morbida e profumata rovesciata ai mandarini!

Tortiera 23 cm

250 g farina
160 g zucchero
100 g burro
100 yogurt alla vaniglia
50 ml succo di mandarini
3 uova
1/2 bustina di lievito per dolci

Per i mandarini caramellati
5/6 mandarini
150 g acqua
150 g zucchero


Lavare, asciugare i mandarini e tagliarli a rondelle. in una padella ampia, mettere lo zucchero con l'acqua e dal momento in cui inizia a sobbollire, aggiungere i mandarini e lasciar cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti. lo zucchero si deve brunire e il liquido si deve restringere. Lasciare raffreddare.

Preriscaldare il forno  160°. sciogliere il burro e lasciarlo raffreddare. Montare le uova con lo zucchero per 5 minuti, aggiungere la farina con il lievito setacciati, lo yogurt e il succo. Mescolare bene e aggiungere anche il burro.  Foderare il fondo della tortiera e i bordi con delle strisce di carta forno. Disporre i mandarini nel fondo, cercando di farne entrare più possibile: in questo modo la torta risulterà più bella. unire anche il liquido caramellato. Aggiungere l'impasto, battere la teglia per togliere l'aria eventuale e infornare fino a cottura (prova stecchino). Lasciare raffreddare completamente, sformare e capovolgere.





SHARE:

giovedì 25 gennaio 2018

Zuppetta piccantina di ceci e curry e...lettera all'azienda leader


Gentile Azienda leader nel Settore,

Mi chiamo Monique e sono la Soscial Midia Marchetin del blog Miel&Ricotta.
Sono writer, copy editor, food-writer, foodphotographer e Mi occupo del data base di web, app e caz.
Ho potuto visitare il vostro sito e lo trovo interessante, pieno di bei prodotti originali e convenienti.
Sono lieta di invitarvi ad un evento organizzato da Me Medesima, pensa che culo che avete, dove potrete degustare a vostre spese alcuni dei Miei meravigliosi fingerfoods, che vi verranno inviati all'autogrill di Roncobilaccio il giorno 2 di un mese a vostra scelta.
Ad attendervi a Roncobilaccio ci sarà un Mio collaboratore, Marcone detto Hulk, che con il megafono urlerà il nome della vostra prestigiosa azienda. Questo progetto innovativo tende a favorire la visibilità del vostro marchio e ne trarrete un enorme vantaggio.
In cambio vi chiedo solo di inviarMi un ventaglio completo in gamma colori e materiali dei vostri prodotti per la cucina. Non dovete far altro che scegliere tra i numerosissimi pezzi, quello che costa di più e inviarlo!
Non fatevi sfuggire questa fantastica iniziativa con ricchi premi e cotton fioc!!
Inoltre, e dico inoltre, a collaborazione ultimata, riceverete una coccarda digitale (pensa che roba di gran pregio) da inserire sul vostro sito.
Ogni fine del mese, i Miei followers sceglieranno, ad cazzum, l'azienda che più avrà lavorato gratis, con spese a suo carico e la vincitrice potrà ricevere (ho detto potrà, quindi non è sicuro) un'entrata al cinema pagando 32 euri invece di 35, per vedere "Ca nisciun è fess" prodotto dalla Miel&Ricotta Corporescion.
Vi pregherei di farMi sapere se farete parte del Mio team.
Io sono pronta a metterMi in gioco!  E voi? 
Non esitate a contattarMi per informazioni, chiarimenti e domande. 
Rimango in attesa di un vostro gentile riscontro per altri 10 minuti, poi basta perché mi scade lo yogurt e ci devo fare una torta.  



Mi scuso con tutte le persone che leggendo questa lettera aperta, non avranno colto la finesse, perché fortuna loro, non fanno parte del mondo blogger. Si è sparsa voce che le foodbloggers non sappiano leggere né scrivere e dunque sono incapaci di intendere e di volere. Arrivano sempre più spesso proposte di aziende dove " a titolo gratuito" gli propongono di collaborare con loro come se gli stessero offrendo una notte con Raul Bova. 
La realtà è che a loro va il vantaggio di ricette gratuite, alle bloggers resta il tempo e il denaro speso. 
E la coccarda digitale. 
E Bova manco dipinto.

Sono un po' piccantella oggi eh!



Per una abbondante scodella di zuppa gli ingredienti sono:

250 g  ceci in scatola sgocciolati
200 g pelati 
1 cucchiaino curry
1 cucchiaio Tandoori marinade paste
1/2 scalogno
prezzemolo    
olio extravergine d'oliva  
sale
1 peperoncino


Soffriggere lo scalogno tritato con l'olio e il curry  in una padella larga. Aggiungere i pelati e lasciar insaporire per 5 minuti. aggiungere un cucchiaio di Tandoori Paste e mescolare. Scolare i ceci dal loro liquido di conservazione, sciacquarli, scolarli e unirli ai pomodori. Cuocere per qualche minuto, completare con rondelle di peperoncino e prezzemolo fresco.



SHARE:

giovedì 18 gennaio 2018

COOKIES AL TOBLERONE


'Na vergogna postare questa ricetta, che voi non ne avete manco idea...
Negli ultimi mesi mi sono data ad una cucina meno pornografica e più "iana", ovvero vegetariana, fruttariana, respiriana (cosa non si fa per perdere un paio di chili) ma il destino ha voluto che sistemando i miliarmilioni di ricette che tappezzano gli angoli della mia casa, è sfuggito, così, come ali di farfalla un pezzettino di carta, un pizzino di giornale conservato dove era segnata una ricetta. La ricetta era quella dei biscotti al Toblerone, una ricetta conservata in tempi di pancia piatta e "chissenefrega-me magno che me pare, ho il metabolismo che va a braccetto con Bolt" e lasciata là per diversi anni.
E quando è che decide di scivolare via come ali di farfalla?
Quando sono a dieta stretta e se cerco le forme alle nuvole, ci vedo la scritta Lindt.
Bon, biscotti, m'avete provocato? E mo' ve faccio.
E mi son tolta anche 'sto dente.
I biscotti sono al Toblerone, una di quelle divinità nefaste che se le guardi, ti trascinano all'inferno a soffrire le pene. Per questa ricetta, il Toblerone va frantumato e potete farlo con il coltello o con il batticarne. E mentre infierite sui pezzi di cioccolata e torrone, pensate intensamente: "tié, brutto schifoso di un Toblerone, non mi avrai mai, ma ti offriro' sotto forma di biscotti a tutte le mie amiche magre".
E tutto questo rituale non servirà ad una cippa, perché tanto una volta che li avete là, l'anima del Toblerone vi sussurrerà che non potrete regalare qualcosa senza averlo assaggiato. Se non sono buoni? Se son venuti male? Se non sono cotti abbastanza? Assaggiane uno..UNO SOLO...




Ricetta scivolata come ali di farfalla:

160 g Toblerone + 40/50 per la superficie
100 g zucchero di canna
120 burro a pomata
150 g farina
1 cucchiaino lievito
2 cucchiai cacao amaro
1 uovo


Fate il Toblerone a pezzetti grossolani, tagliandoli con un coltello. Lavorate il burro a pomata con lo zucchero, aggiungete la farina, il lievito, il cacao e l'uovo.  Aggiungete 160 g di Toblerone. Lavorate con le mani e formate delle palline da 30g. Sistematele, appiattendole, in pirottini in silicone (io ho fatto così, per farli venire con un certo spessore, altrimenti diventano delle frittelle...). Cospargete sul biscotto, il resto del Toblerone spezzettato. Infornate a 180° per 10 minuti. all'uscita dal forno saranno ancora morbidi, fateli raffreddare completamente, assaggiarne uno e offrire.
HO DETTO UNO SOLO!




SHARE:

martedì 2 gennaio 2018

Mini tarte caramello e cioccolato


16 mini tarte
Per la frolla (ricetta da Tavolartegusto)

270 gr di farina
18 gr di cacao amaro in polvere
3 tuorli d’uovo
180 gr di burro freddo di frigo
120 gr di zucchero a velo

caramello salato
150 g cioccolato fondente
cacao in polvere
ribes

Mescolare il burro freddo a pezzetti con la farina e il cacao per ottenere un composto sabbioso. Unire i tuorli e lo zucchero e formare una palla. La cosa migliore è di lavorare il tutto con la planetaria o con le mani fredde e il piano lavoro freddo. avvolgerla in pellicola e mettere in frigo.
Preparare il caramello salato come nella ricetta qui o comprarlo:-)

Stendere la frolla, tagliare dei cerchi con il coppa pasta e sistemarli in forme da muffins in alluminio, precedentemente imburrate. Lasciare riposare in freezer per tutto il giorno.
Cuocere le frolle, lasciarle raffreddare, riempire di caramello salato.
Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e colare sulle mini parte. Far raffreddare del tutto in frigo, decorare con frutti rossi e cacao.


SHARE:

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig