giovedì 5 settembre 2013

Rotolini di gamberetti e lime


Le foto dei nostri piatti non sono tecnicamente perfette? Bhé mica siamo fotografe!
Non abbiamo un design grafico eccellente? Ma non siamo mica webdesigner noi!
Non siamo capaci di farci la sfoglia come i grandi cuochi pasticceri? E mica siamo grandi chef!
Non scriviamo post profondi o interessanti dal punto di vista culturale scientifico e politico? Non siamo mica scrittrici ma...le basi d'italiano dovremmo averle, no?
Bhè, sarà capitato anche a voi di fare un giro nei blogs e vedere piccoli grandi sfondoni italici.
Su certe parole potrei sorvolare: mi hanno insegnato a scrivere ciliegie con la   "i"   e ho scoperto solo poco tempo fa che è ammesso anche scrivere ciliege. 
Mi sono anche chiesta come mai per anni ho scritto gr per indicare i grammi e scopro solo ora che si scrive  g.
Un'amica mi ha fatto notare che è perché a scuola ci hanno insegnato così!
E sorvolo anche sulla moda del "piuttosto che" visto che ogni epoca ha la sua parola must. D'altronde ai miei tempi, ogni due parole ci infilavamo l'intercalare cioè.
Cioè, capito?
Tollero poco invece....i modi di scrittura....quelli fatti tutti...... con puntini di sospensione....Tipo così...che alla fine...ti vien l'ansia...da troppa suspence.
o quelle che non conoscono le maiuscole. tipo così. che secondo loro è un modo di risparmiare. quindi evitano maiuscole: c'è crisi!

A volte invece serve necessariamente il defibrillatore.
Cosa del tipo:
"O comprato del pesce. L'ho faccio alle patate ho alle verdure?"
Che brivido.
Ragassuole: poche cose ma scritte bene, sennò fra poco avremo anche gli scrittori che ci vengono contro.

Obiettivo si scrive con una B!
Treccia si scrive con la I ma trecce si scrive senza!
Fresca si scrive senza l'acca.
Scuotere non si scrive con la Q!


Un post con scritto ogniuno mi fa effetto ecco.
E se glielo fai notare all'autrice, ti dice che è un errore di digitazione.
Minchia, per 7 volte hai digitato la stessa parola sbagliata!
Scusate ho detto una parolaccia ma è un problema di digitazione.
Ho il tasto MINCHIA che si attiva da solo.
Accanto all'invio.

Con l'avvento del favoloso T9 poi le cose si sono complicate ulteriormente.
Ma sapete quante famiglie distrutte, amicizie rovinate, coppie ferree separate da una parola sbagliata?

Fidanzati che scrivono: sei la fava della mia vita (fata).
Oppure mariti alle mogli: stasera ho voglia di arabe (brace).
E ancora amici che scrivono contenti : mi sono innamorato di una ragazza armata (croata)
Io stessa scrissi ad un'amica: ci vediamo stasera, ti mando un cacio (bacio)
Che va bene che sono foodbloggers, ma insomma...


La ricetta è vecchia, presa da un vecchio giornale. La presentazione è copiata allegramente mentre le dosi  e il procedimento li ho cambiati. Tzè.


Per 6 rotolini

3 fette di pane maxi, senza crosta 
170 g gamberetti precotti
2 cucchiai di maionese
1 cucchiaino prezzemolo
2 lime per la decorazione
1 cucchiaio di succo di limone
sale pepe
prezzemolo per decorare

Asciugare i gamberetti e assicurarsi che non abbiano acqua, in tal caso, scolarli o strizzarli, tagliarli grossolanamente al coltello. Metterli in una ciotolina con la maionese, poco sale, pepe, limone e prezzemolo. Io ho l'abitudine di tenere un vasetto di prezzemolo che ho tagliuzzato e conservato in frigo. Stendere le fette di pane con il matterello, distribuire i gamberetti e arrotolare. Arrotolare nella pellicola, ben stretti e mettere in frigo per 2/3 ore (io tutta la notte).
Tagliare a fette il lime e sistemarli nei piatti di servizio. Tagliare i rotolini in 3 parti uguali (io ho scartato qualche millimetro delle estremità del rotolo perchè erano brutte da vedere)
Disporre sul lime e decorare con il prezzemolo.
Se li servite in giornata, vi consiglio di tagliare il lime e utilizzare quello che avanza dalla decorazione , per condirci i gamberetti.
Se invece li fate per il giorno dopo, tagliate i lime e appoggiateli su un piattino con un filo d'acqua che impedirà al limone di seccarsi e metteteli in frigo. Il giorno dopo saranno solo da asciugare un po'.





SHARE:

48 commenti

  1. Ahahahahaha.......o mamma aspetta che mo' casco anche dallo sgabello....che ridere!!!!!
    Senti io sono sinceramente piena di punti di sospensione ma credimi che non sono per niente ansiosa.....chissà perché mi piacciono così tanto?!?!?!
    Per le ciliegie é stato lo stesso anche per me ma per fortuna le bimbe vanno alle elementari cosí mi ripasso tutta la grammatica!!!!
    Idem per le maiuscole...che rabbia quando non si rispettano!!!!
    E poi senti un po' ....ma alla tua amica, non era meglio che tu scrivessi macio al posto di cacio!!!!
    Mi sta sulle PALLE...ops...eccolo il tasto che si attiva sempre da solo subito acconto all' invio...chi si cimenta in discorsi troppo forbiti, e parla come mangi che fai del bene a tutti cosi!!!!!!!..MINCHIA...questo però adesso è il tuo di tasto!!!!
    Con tutti questi discorsi non mi hai neanche fatto finire di leggere il post...vado a vedermi la ricetta va!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi anche tu sei della scuola delle CILIEGIE! :-)

      Elimina
  2. davvero magnifici caraMonique un abbraccio simmy

    RispondiElimina
  3. Ettepare che non si pubblica il commento dal cellulare -.-
    Aspetta che NON ANCORA FINISCO di leggere il post!
    Ahahahahahaha, vuoi sorvolare forse su questa epressione?? Meno male che il mio blog ha la fortuna di avere una foodblogger che legge appena pubblico e corregge tutto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle sono licenze poetiche pescaresi...sono accettate:-)

      Elimina
  4. Sono bellissimi da vedere, eleganti e originali e direi che non possono non essere deliziosi!

    RispondiElimina
  5. mannaggiatte.... e io ora cosa ti devo rispondere, visto che amo mettere i puntini di sospensione alla fine di ogni mia frase, proprio per lasciare in sospeso il fiato altrui, o per fare in modo che non mi lascino mai del tutto.
    oppure, come vedi, uso le maiuscole in maniera davvero personale, quando mi va perchè qui o su fb mi voglio sentire libera.
    E non è un atto di presunzione, ma solo un mio bisogno di non seguire le regole. Della serie 'quello che mi piace mi faccio sul mio blog, sulla mia pagina fb'... ecc...
    Per il resto rispetto assolutamente chi non lo fa o chi non la pensa come me.
    Ma, e ripeto ma, se non si tratta di scelta, ma solo di ciucciaggine allora almeno una risatina stronza me la faccio anch'io.
    Anche perchè sono stanca di alcune maestrine straniere che vengono a dettar legge a casa nostra, ironizzando su termini stranieri storpiati dalle foodblogger, quando loro per prime si sentono autorizzate a parlar male l'italiano solo perchè adorate.
    Però il tuo post mi piace da matti.
    Come la tua ricetta, che rifarò sicuramente.
    un abbraccio
    Anna

    ps: e poi diciamocelo pure, che abbiamo bisogno di una ventata di polemiche stimolanti, che un pò ci stiamo rompendo a scrivere sempre e solo di ricette o cose malinconiche. io per prima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aah!! Non ho notato tutti questi puntini di sospensione da te! Comunque Anna, è vero che ognuno fa come vuole, soprattutto nel suo blog e anche che ognuno ha il suo modo di scrivere, però Annina, si può non rispettare le regole, mettendoci il reggiseno in testa perchè si è alternativi, non pagando le tasse per ribellione, mangiare con le mani per contravvenire alle regole del bon ton ma quelle che si chiamano "regole della grammatica", sono quelle che riguardano l'uso delle H , degli accenti e delle maiuscole. Non sono insegnante, faccio errori come tutti ma scrivo un blog letto da tante persone e sto attenta alle regole basi. Poi se uno scrive blogghe al posto di blog, me ne frego. Se scrivi un libro senza maiuscole, la casa editrice non te lo pubblica neanche se ti chiami Bukowsky. Tu mi dirai: mica devo scrivere un libro! No, ma la lingua è la base della nostra cultura e come amante della lettura, leggo volentieri se scrivi semplice ma corretto. Se leggi "quore" e "squola", anche con tutto il tuo bisogno di non-regole, un brivido viene anche a te:-)
      ps: detesto la polemica, adoro far ridere!

      Elimina
  6. bellissimo post mia cara e poi come le cilieg(i)e anche la parola minchia è entrata, ormai, nel vocabolario; indica stupore e meraviglia :)
    adorabile ricetta e un grandissimo grazie per la condivisione :*
    beddazza mia ti sbaciucchio
    Cla

    RispondiElimina
  7. mannaggiame ma che ho fatto una gaffe?

    RispondiElimina
  8. hihihi fantastico il post, io sono una di quelle che scrive g invece di gr !!!!

    RispondiElimina
  9. hahahah Moni mi hai fatto morire dal ridere!! ma chi l'ha detto che si scrive g e non gr? :O questa mi è nuova ma apprendo...

    Tu pensa che io al lavoro scrivo testi per pubblicità e la mia responsabile, nonchè commerciale, mi ha detto che dovevo sostituire la scritta "tutti i sabati pomeriggio" con "tutti i sabatO pomeriggio" perchè i giorni della settimana non hanno plurale... Ma pronto??!! mi sono sentita quasi a disagio nel dirle che sabati era riferito a tutti e che il plurale di sabato e domenica esiste, eccome!!

    vabeh il tuo post comunque è molto divertente e la ricetta super sfiziosa.

    Allora CHAO (con l'acca-alla spagnola) :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sì, io sono affezionatissima al gr, però se noti, in tutte le riviste di cucina è scritto g e la ragione l'ho scritta sul mio mini raccontino (trovi la lista a destra) che si intitola "il punto G". un cacio:-)

      Elimina
  10. ah nel mio blog probabilmente di ORRori grammaticali ne troverai :) ma come dici tu mica siamo scrittrici! Ma odio profondamente la scrittura da sms! Ke Kosa skrivi?! mmmmmmmmmmmmmm nerviiiiii! Il discorso delle maiusole l'ho notato anche io qua e la! Va beh! C'è crisi sisi! Gr, azz! anche io scrivo gr. e non g. proprio non ce la fo a scrivere g.!
    Ti faccio i complimenti per questi superrotolinifighissimicheadoro (tiè leggi ahahahah) e ti mando un cacio.. ahaha scherzo! un Bacio ciau

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lapalladiapellediapollo (leggi tu ora! )tanti caci anche a te!

      Elimina
  11. Che eleganza...bellissimi.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ahahahahah, bellissimo post! Ho appena scritto un commento in un altro blog e mi sono accorta di aver scritto "un'ottima" senza l'apostrofo. Mi sono detta: - Oh mio Dio, mi prenderanno per un'ignorantona? - Ho il tasto dell'apostrofo che non "prende". E mi capita. A casa mia c'è mia figlia che mi corregge anche se scrivo "perchè" al posto di "perché". In ogni caso, mia cara, è stato un piacerissmo (si può dire?) leggerti. Davvero. :D

    Passiamo ai rotolini, belli ed elenganti. 10 e lode! :)

    RispondiElimina
  13. sono davvero molto delicati e raffinati anche nel modo in cui li hai presentati...complimenti davvero ..
    lia

    RispondiElimina
  14. tu hai l'amica io mio figlio prof fissatissimo che mi corregge :-) ad ognuno il suo eheheheh
    mamma mia!!!!!! meraviglioso questo piatto!

    RispondiElimina
  15. Cara Monique, solo una parola: MI-TI-CA. Brava!
    Concordo sul fatto che ciascuno possa mettersi il reggiseno in testa opuure protestare evadendo le tasse.
    Ma... "Avvolte uscire quel piatto di mia suocera mi pare d'avvero troppo. Non che pretenda di insegniare la grammatica.." ma un po' di quel che ci vuole!
    (NB: tutti errori letti e riletti tra i blog, molti non li ho segnati, ma certo ne ho trovati tanti altri!)

    E che dire del prodigioso T9 del I-phone, dove ieri ho scritto a mio fratello che in frigo c'era l'onda latina (insalatina)?
    un bacione, grazie per il remind della ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahaha se me lo avessi (avrebbi??) detto subito, univo questa frase dell'onda latina! Per l'altra frase, d'avvero d'avvero o uscito un crido d'orrore. Bacini Cinzia!

      Elimina
  16. Ho riso non sai quanto leggendo il tuo post! Concordo in tutto, persino sul tasto che si inserisce da solo! :-P
    Ricetta semplice ed elegante, un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Mi hai fatto morire dal ridere!!! Il tasto MINCHIA poi è spettacolare!! Lo vedevo davanti ai miei occhi sulla tastiera, ti adoro! Però io sono una di quelle con i puntini di sospensione ... mi perdoni? La ricetta merita di sicuro, un baciotto

    RispondiElimina
  18. Ahahahahh! Oh santo cielo, mi hai fatto morire! Quoto in pieno, cara! :D Non si può, certe volte.. E con il tasto 'minchia' rotolavo io, non i tuoi rotolini (peraltro strepitosi!). Senza contare i discorsi sulle maiuscole e i puntini di sospensione! Va bene, c'è la fretta, c'è l'errore.. ma certe volte è proprio un errore 'scientifico'! E' vero, oggi l'italiano 'non è una moda', pertanto non viene contemplato :/ Grande, sei veramente grandissima :D

    RispondiElimina
  19. ah ah ah troppo forte! bellissima la presentazione

    RispondiElimina
  20. Moniqueee!!...sono una dei puntini..dei gr..e dei grrrrr!!..hai ragione,ma a volte la virgola non mi basta!!
    quindi in futuro "io spero che me la cavo!"..intanto mi copio i rotolini!
    tanti cacioni
    simona

    RispondiElimina
  21. ps:per favore mi dici di che marca e' il tuo pc?
    vorrei anch'io il tasto MINCHIA!

    RispondiElimina
  22. 6 davvero troppo simpatica! Dietro a questo post c'è una dura verità, l'ignoranza abbonda e spesso il correttore automatico ti permette di compiere ancora + errori O_o (scusa, volevo scrivere IGNIORANZA…ahahahah)
    Buona la ricetta scopiazzata a modo tuo ^_*
    la zia Consu

    RispondiElimina
  23. Oltre che chic sei anche simpatica...ecco ora mi bacchetterai perché io faccio largo uso di puntini ;-)
    Questa ricetta mi piace tanto e adoro la foto...baci

    RispondiElimina
  24. Davvero carino questo post! E superlativi i rotolini! Quelle gourmandise, ma fille!

    RispondiElimina
  25. Mi è piaciuta la ricetta ? Assolutamente si! Vogliamo parlarne di questo assolutamente si? Porto avanti da anni la mia piccola battaglia personale per un minimo di rispetto per la nostra lingua, ce la metto tutta ma è una dura lotta,
    ciao,
    Daniela

    RispondiElimina
  26. Ognuno penso che del blog e libero di fare e scrivere quello che vuole e nello stile che piu si addice a se stessi ma la grammatica deve essere basilare!

    RispondiElimina
  27. Ahahahahahah!!! Giuro che avevo aperto questa pagina per leggere la ricetta e... mi imbatto in un articolo che mi fa morire (ah, ho messo i puntini di sospensione, mi perdoni??? ^_^). Ohimè l'ita(g)liano che ostica realtà!! Sembra che la cultura elementare del saper scrivere sia demodè, e si inorridisce di fronte a certi spettacoli. Ma la cosa che mi ha fatto scompisciare, Monique, è il tasto MINCHIA!! No, quello davvero è pazzesco!! Ahahahahahahahah.... Grande, sei davvero una grande!! Complimenti per questo post che, se mi permetti, condivido sulla pagina di fb!!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  28. hahahaahaha genial! Io quello che più non capisco sono ip osto scritti senza spazi tra la punteggiatura tipo: ma che bello,comesichiama? Per non parlare dei po' scritti senz'apostrofo.
    I rotolini sono stupendi.
    Mi sono unita ai tuoi fan se ti va passa da me ^^

    RispondiElimina
  29. Ciao!!! bellissimo post! Ammetto, mea culpa, di abbondare di puntini di sospensione. D'ora in poi mi verrà in mente il tuo commento ogni volta che scrivo un post e spero serva a contenermi :)! Felice che il tuo post mi abbia permesso di scoprire il tuo bellissimo blog!
    un abbraccio
    Ange

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Spike, i puntini di sospensione è una moda che ci ha coinvolte un po' tutte. Anche io ne facevo uso, è stata mia sorella che leggendomi, mi ha fatto notare che per terminare la frase, bastava un punto e sono tornata alla realtà. Sono bellissimi da usare, lo ammetto, ma dovrebbero essere usati nel modo giusto (se hai notato, il finale del mio post termina con i puntini di sospensione. Messi nel punto giusto!). Un bacio

      Elimina
  30. ohhhhhhhh, colpevole! io pure sono andata a scuola di Ciliegie, e adesso non mi vengono in mente ma ne scopro altri ogni giorno, quanti vocaboli che con l'allegro vociferare del 2000 hanno cambiato grammatica e anche etica. Però dai, è vero che se scrivi veloce (bambini che si stanno uccidendo per l'UNICO pezzo in mezzo milione di lego che vogliono entrambi, suocera al telefono, pentola a pressione che inizia a fischiare) succede che sbagli e digiti cose che a rileggerti ti martelleresti l'alluce solo per autopunirti. E pazienza i post, che poi si correggono, ma nei commenti... Belli i rotolini, hai deciso di aprire un catering vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara, è chiaro che non mi riferisco agli errori di digitazione. Io scrissi su un post che per la ricetta ci volevano 1976 fette di bresaola! Io parlo di orrori grammaticali! Per quanto riguarda il catering la risposta è no, non ci penso proprio!

      Elimina
  31. Oddio d'ora in poi bisognerà che stia attenta a quello che scrivo :-)

    RispondiElimina
  32. Grazie per la tua visita sono venuta a sbirciare nel tuo blog e devo dire che è strepitoso, mi hanno particolarmente colpita i tuoi fingerfoods. ti seguirò volentieri.

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. Ahahah! Rileggendo ho trovato un errore nel commento precedente e ovviamente l'ho eliminato! Solo io posso arrivare a tanto! Dai che forse ce la posso fare a scrivere in modo corretto: ritenta sarai più fortunata! VADO: Grandissima Monique, davvero superlativo il tuo post! ^__^
    Ecco, io mi sono sentita chiamata in causa sui puntini di sospensione, ma se vogliamo eccedo anche con i punti esclamativi... sono così, un pò troppo entusiasta :P
    Annoto questi splendidi rotolini, che sono davvero graziosissimi e mi torneranno molto utili per una cena che dovrò preparare a breve! Grazie, davvero, sei unica!

    RispondiElimina
  35. cara Monique, allora sei tu quella che ha scritto un post sul punto G? ricordo di averlo trovato nonsodove sul web e che mi ha fatto ridere ed al contempo arrossire fino alla punta dei capelli: io (ed aggiungo che mia madre da bambina mi chiedeva se aspirassi a far parte dell'Accademia della Crusca) ho continuato imperterrita per anni a scrivere gr avendo pure ripassato da poco con le figlie alle elementari le unità di misura, ma ti rendi conto? allora sai che ho fatto? almeno nel nuovo blog visto che avevo uno storico di una ventina di ricette, le ho corrette tutte!!! ahahahahah

    RispondiElimina
  36. Che ridere!! Troppo simpatico quest'articolo...e soprattutto troppo vero!!! Per deformazione professionale (sono prof di italiano e storia, per l'appunto!), anche a me capita di notare subito certe cose da brividi e ho la tua stessa reazione: ok l'errore di digitazione, ma UN Pò e UN'ALTRO non mi sembrano rientrare nella categoria! E, a dire, il vero, ogni tanto, dopo aver tratto ispirazione dalle letture sul web, cito esempi di questo tipo ai miei alunni! Comunque confermo che "ciliege" è accettato, ma resta sempre più corretto "ciliegie", perché prima di -gia c'è una consonante...semplice regola grammaticale che ormai quasi nessuno conosce più, ahimè...e di "treccie" ne ho viste tante in giro anch'io!!!
    Un saluto e davvero complimenti per il tuo bellissimo blog: foto e per gli articoli eccezionali!!!
    Serena

    RispondiElimina
  37. Non sono molto d'accordo con te... lo sono DEL TUTTO!!! :D
    Quando leggo certi sfondoni mi si rizzano i peli e mi si allungano i canini...
    E se si tratta di un food blog, per quanto buone e valide possano essere le ricette, non prendo neanche in considerazione l'idea di seguirlo se la lettura è un percorso a ostacoli attraverso gli errori grammaticali!
    A presto e viva l'Italiano! ;o)

    RispondiElimina
  38. In realtà "obiettivo" lo si può scrivere anche con due B, ne è semplicemente consigliato l'uso con una sola consonante perché più vicina all'originale latina "obiectivum"! E' un piacere riconoscersi! :D
    Gli involtini sono davvero golosi, purtroppo ultimamente sto avendo problemi di digestione (sarà stata Pasqua) e già so che la maionese mi ammazzerebbe! Peccato... la metto tra i preferiti, non si sa mai!

    RispondiElimina
  39. Io non sopporto soprattutto il "parmiggiano", specie se "gratuggiato".... ;-D

    Anto

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig