lunedì 9 settembre 2013

Pesche al vino


I pomeriggi d'estate, negli anni '70, mia mamma chiamava dalla terrazza me e le mie amiche per far merenda. C'era il pane con la tavoletta di cioccolata o il pane strusciato di pomodoro condito con sale e olio oppure la macedonia di fragole.

In qualche cassetto della memoria era rimasto il ricordo di questa macedonia che dava un po' alla testa: pesche con il vino. Aveva un gusto dolce di frutta matura e anche il gusto proibito di bere del vino ma con il permesso di mamma.
Oggi forse a casa dei miei, avrebbero mandato i servizi sociali, ma all'epoca era una merenda come le altre e vi giuro che nessuno ci è morto.
La ripropongo più per tenerezza che per condivisione.



Per 4 bicchieri/coppette

4 pesche bianche
8/10 cucchiaini di zucchero semolato
vino rosso


Preparazione
Tagliare le pesche a tocchetti, metterle in una ciotola capiente e aggiungere il vino e lo zucchero. Far insaporire una mezz'oretta e servire nei bicchieri.

SHARE:

19 commenti

  1. Mi piace il coraggio di riproporre una merenda d'antan per... tenerezza. Lo dico con molta convinzione.

    RispondiElimina
  2. Che dolcezza. Ti confesso che le facevano mangiare anche a me da piccola!! ;-)

    RispondiElimina
  3. Credo che certe ricette siano speciali proprio per i ricordi e l'amore che rievocano. Queste pesche emanano bellezza e dolcezza. Complimenti <3

    RispondiElimina
  4. Ciao Monique,
    anche le mie estati (in Sardegna peró) sono contrassegnate dal ricordo delle pesche al vino.
    Anche se forse in quel caso era vino con le pesche. Li usa immergere le pesche gialle sbucciate e ben mature nel vivo, in modo che questo profumi di pesca e le pesche sia insaporite dal vino nero.
    Ciao Leo

    RispondiElimina
  5. la ricetta che prepara sempre la mia mamma...pesche col vino a casa sua sono un must!
    Bacio

    RispondiElimina
  6. Qui in toscana è usanza di mangiare pane vino e zucchero... e anche qui non è mai morto nessuno! :)))))))) Più una merenda mio nonno le mangiava dopo cena ma ne ho un dolce ricordo anche io :)))

    RispondiElimina
  7. Scusate ho dato l'invio per sbaglio prima del tempo....
    Per finire aggiungerei altro che servizi sociali... molto meglio di tante porcherie che mangiano adesso i bambini... tutti lardosi già a sei anni!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Ohh, me li ricordo anche io i bicchieri di pesche con il vino. Ero piccola, ma qualcuna ne scappava sempre!! Gran bel ricordo, grazie Monique!!

    RispondiElimina
  9. Che buone le pesche con il vino!! A me mia mamma dava per merenda pane vino e zucchero... quanto mi piaceva!!

    RispondiElimina
  10. Forte tua mamma :DDD
    ricetta davvero interessante!

    RispondiElimina
  11. mhh buone!per me chiamerebbero il 118 perche' sono completamente astemia!!sigh sigh!!
    ps:Monique vedi che ci sto lavorando??neanche un puntino di sospensione!!ahah!ah!
    ciao!

    RispondiElimina
  12. cosa mi hai fatto venire in mente..le pesche al brachetto, che delizia, da noi sono proprio tipiche!

    RispondiElimina
  13. Profumo di cose semplici e buone,
    buona giornata,
    daniela

    RispondiElimina
  14. Ohhhh che ricordi che mi hai fatto tornare alla mente!!! Mio papá le adorava e spesso lui le mangiava a fine pasto... Era uno dei modi utilizzati da mia mamma per farmi mangiare la frutta... Magari é per questo motivo che ancora iggi le pesche sono il mio frutto preferito ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Le conosco queste pesche preparate cosi sono davvero uno spettacolo...Ricordo che le domeniche d'estate mio padre prepararava sempre il vino cosi e a noi dava le pesche quando terminava il vino....dopo eravamo un po brilli ma che delizia:D!!!Bacioni

    RispondiElimina
  16. Quanto mi piaceva questa merenda! Mia mamma la faceva usando le pesche percoche e qualche fogliolina di menta, dopo averla mangiata chissà perchè mi sentivo tanto più allegra!
    Un abbraccio
    Sandra

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig