giovedì 4 luglio 2013

Formaggio homemade


 Dopo la mia esperienza con il burro homemade, mi sono data alla cucina lattiera, infatti il consorzio del Grana Padano sta iniziando  a tremare ma li tranquillizzerò dicendo che questa è la mia ultima esperienza.
Si, perché dopo le prime grida di gioia che mi porta la soddisfazione di fare qualcosa con le mie manine e dopo le esultanze al primo assaggio che ho accompagnato con frasi del tipo:
 "Ma è più buono di quello comprato-molto più sano-sai cosa mangi", 
ecco, dopo le frasi del caso, ci ho dormito una notte e ho calcolato che per farlo ho speso tre volte tanto,  ci ho messo del tempo e per di più non so nemmeno come chiamarlo...


 Il colore è quello della ricotta, il sapore è quello del primo sale.

Ma non è né l'una né l'altro.

Attendo delucidazioni dai più esperti, almeno per battezzarlo e dargli un nome degno.

Se poi vi ho messo curiosità vi faccio scivolare velocemente la ricetta:

2 litri di latte fresco
2 limoni
1 cucchiaino raso di sale

Spremere i limoni.
Versare il latte in una casseruola alta e capiente.
 Portare il latte quasi all'ebollizione, togliere dal fuoco e versarci il succo dei limoni. Nel giro di 15 secondi inizierà a coagularsi.
Mescolare per circa 1 minuto, rimettere sul fuoco e portare nuovamente ad ebollizione.
Togliere dal fuoco e lasciare che si depositi la parte grassa nel fondo.
Sistemare un telo di lino bianco sopra uno scolapasta. Versarci la fondata di formaggio cercando di evitare la parte acquosa e salare.
Lasciar scolare il più possibile e poi iniziare  a strizzare il panno come una caramella, in modo da asciugare del tutto il formaggio.
Metterlo in forma e lasciare in frigo qualche ora. Sformarlo,
condirlo con olio sale e pepe oppure miele e nocciole.
!Da due litri di latte ho ottenuto due ricottine da 100g. Le forme le ho recuperate dalla confezione di ricotte di una famosa marca in vendita nei supermercati.


SHARE:

34 commenti

  1. Bellissime le tue "caciottine" (può andare, come nome?) :)
    In effetti è costoso, ma vuoi mettere la soddisfazione!!!
    Ho avuto anch'io un periodo caseario, nella mia vita, qualche anno fà. Andavo anche a prendere il latte crudo in una stalla vicina.
    Dopo una iperproduzione di formaggi, freschi e semistagionati, per un buffet, fui presa da una nausea insostenibile.. in realtà poi scopri di essere abbondamentemente incinta della seconda pulce.
    Risultato: non riesco più nemmeno a prendere in considerazione l'idea di provarci :)
    Ah.. io usavo il caglio, invece del limone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho usato il limone per poter rendere il formaggio fattibile da tutti, visto che il caglio non è semplice da trovare. Io non sono incinta ma la nausea inizia già a venirmi. Mi darò ai salumi:-)

      Elimina
  2. Grazie per essere passata a trovarmi e grazie tante per i complimenti :) Vedo qui un bel formaggino fresco cagliato col limone: non saprei neanch'io come chiamarlo, anche se l'ho fatto tante volte! Spesso lo uso come ripieno per dei ravioli che completo con un sughetto semplicissimo e non grasso, tipo pomodoro e basilico, o origano. Complimenti per il blog e felice di conoscerti :)

    RispondiElimina
  3. Avevo sentito di ricette simi ma non avevo mai avuto il coraggio di provare... adesso so che è possibile farlo!
    voglio provarci anch'io!
    Ciaooooooo
    GiuseB

    RispondiElimina
  4. io sono assolutamente fifona al riguardo...ma tu sei stata bravissima, non ci sono spese che tengano!

    RispondiElimina
  5. Ammazza come sono belle!!!!!! :-) baci

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia......sarebbe il mio sogno farlo in casa......e non sembrerebbe poi cosi' difficile.......!!!

    RispondiElimina
  7. sono bellissime!
    complimenti Mony!
    due annetti fa provai a farle con caglio e con tutto procedimento preso nel manuale della brava agronoma, mi hai messo voglia di rifarle :-) e pure le caciotte sfizzere!!!

    RispondiElimina
  8. Sono bellissime e la ricetta sembra facile!
    Da provare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. da esperto ex salumiere e formaggiaro, lo classifico tra i primo-sale. Inoltre consiglio una buona confettura di cipolle rosse di tropea homemade per esaltarne il sapore.
    Pesce

    RispondiElimina
  10. Ma come sei stata brava!!! Certo di lavoro ce n'è...da 2 litri di latte 200g di "ricosale".
    Mi hai fatto venire l'ispirazione.
    Baci, Ellen

    RispondiElimina
  11. anche io sono arrivata alla tua conclusione, ma vuoi mettere che l'abbiamo fatto con le nostre manine????

    RispondiElimina
  12. L'aspetto è soprattutto succulento!! Che bella soddisfazione....baci Manu

    RispondiElimina
  13. Voglio proprio provare..l'ultima volta ho fatto un vero disastro..mi segno la tua ricetta e ti faccio sapere!
    Grazie cara
    la zia Consu

    RispondiElimina
  14. che bravaaaaaaaaaa!! è perfetto...

    RispondiElimina
  15. Eccezionale. Fallo un'altra volta sola, ed aggiungi un po' di rucola spezzettata all'interno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatto:-) l'ho fatto anche con il pepe nero!!

      Elimina
  16. Lo faccio di sicuro!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Eppure una volta il formaggio si faceva a casa, mia nonna lo faceva sempre , mia madre no.
    Ecco perchè io non ho mai imparato e mai mi sono cimentata, ma ne ho mangiato così tanto di formaggio home made, tra ricotte, primo sale e stagionati, sott'olio e vari, che poi alla fine non li apprezzavo più.
    A pensarci adesso mi dico che ero sciocca, perchè tutto era di prima qualità e a chilometri 0 ... ma tant'è è così...
    Non credo che mi verrà voglia di provare a fare il tuo formaggio, ma i miei complimenti non posso non farteli arrivare Monique. Sei un pozzo di S. Patrizio inesauribile di idee :) Bellissima la foto col gattone !
    Baci, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty e comunque prima che si offenda, sappi che e'una Gatta!!!!:-)

      Elimina
  18. Ormai non ti ferma più nessuno, anche con i formaggi sei bravissima. Complimenti.

    RispondiElimina
  19. a me sembra che ne valga la pena! Ho già gli stampini da ricotta perciò ti rubo la ricetta ;)
    Un abbraccio
    Tiziana

    RispondiElimina
  20. Sicuramente per poter dire ...l'hop fatto io !!! è una grossa soddisfazione ma op non lo farei mai non sono per niente adatta a lavorazioni lunghe ma ammiro chi le fa e vorrei essere li per assaggiare. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  21. Ci avrai anche lavorato e speso il doppio ma vuoi mettere la soddisfazione!! Mi segno tutto voglio provare anch'io mi stuzzica troppo!! Bacini, Imma

    RispondiElimina
  22. è sempre così, ma vuoi mettere la soddisfazione??? Sono coccolose queste "ricosale" "primotte"?! In ogni caso, mi sarebbero piaciute! Brava! ;)

    RispondiElimina
  23. ma che buonaaa! io la stessa ricetta l'ho trovata ed il titolo diceva "ricotta".. ma quel gusto di primosale,mmm.. fa ancora più voglia e mi decido di provarla ora!
    BACI

    RispondiElimina
  24. Ciao Monique, non passavo da tempo ed ho trovato una grandissima quantità di ricette spettacolari. Sei bravissima, il tuo blog è una vera e propria opera d'arte, complimenti. Proverò anche io la tua ricetta, non immagini quanto sono curiosa. Buon fine settimana, baci
    M.G.

    RispondiElimina
  25. Ciao...beh a riguardo sono delle specie di ricotte. Dalle mie parti la chiamano "puina" e senza voler scandalizzare nessuno proponendo di utilizzare il latte "andato a male", beh da sempre da me si fa così...ecco perchè in quel caso il discorso costo è irrisorio...diventa un riciclo!
    Dopo quindi aver (forse) scandalizzato un po' di persone, ti invito a spiare il mio blog...proprio da lei: http://ilmacinacaffe.blogspot.it/2013/01/puina-e-la-magia-del-riciclo-in-cucina.html
    un bacione!!!

    RispondiElimina
  26. Che bella idea! Amiamo molto il cibo home-made, quindi sperimenteremo assolutamente! Bellissimo blog e foto, ci aggiungiamo ai followers. Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  27. Io come te sono per gli esperimenti culinari!! almeno una volta bisogna provare!! io ho fatto la ricotta una volta e ti da troppa soddisfazione anche se poi acquistandola si fa prima!!

    RispondiElimina
  28. sono sempre più convinta.... non ce la posso fare...ma felice che tu ce la faccia ad essere cosi brava..è un piacere leggerti e trovare tanta capacità e maestria e semplicità nelle tue ricette (la semplicità è la tua eh!!)

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig