lunedì 23 novembre 2015

Nesquik Cake


Scegliere la ricetta da fare, in base ai gusti, alle richieste e allo stile del giornale/rivista/blog personale. 
Rivisitarla, progettarla riscrivendo le bozze di dosi, procedimenti e risultato estetico finale. 
Passare ore su siti di immagini e fotografia per prendere idee sul set. 
Cercare allo sfinimento gli ingredienti particolari. 
Comprare quelli non deteriorabili.
Comprare solo ai mercati da pusher fidati, i fichi ad aprile, le fragole a dicembre, le ciliegie a febbraio.
Comprare altri props e rubare altre tavole per evitare il déjà-vu.
Preparare la ricetta, una due tre volte fino a che tutte le combinazioni coincidono (ricetta-di-merda, ricetta-buona-foto-di-merda, ricetta-buona-foto-buona)
Preparare il set in contemporanea alla ricetta.
Trattenere il respiro e scattare a mitragliatrice se si tratta di gelati che si sciolgono, creme che colano, piatti caldi che si raffreddano, salse che si addensano. 
Lavare il bordello in cucina.
Sistemare lo studio e riporre tavole e props.
Adagiarsi sul divano, fumare una sigaretta e chiedersi "mi è piaciuto?"
Se si, proseguire.
Se no, tornare al punto 1.
Scaricare le foto sul computer.
Svilupparle.
Passarle all'editing.
Scrivere dosi e procedimenti nel dettaglio.
Scrivere post se la ricetta è per il blog.
Inviare testo in word, foto e note se è per il giornale.
Spammare come se non ci fosse un domani.
Rispondere alla mail delle persone che hanno letto la ricetta e che ti domandano se possono sostituire le mele nella torta di mele, la farina integrale nella ricetta del pane integrale, lo zucchero e gli albumi nelle meringhe.
Andare a letto, dormire 6 ore.
Svegliarsi, aprire le mail e trovare l'addetta marketing della premiata azienda che ti propone una allettante collaborazione:
la TUA foto con ricetta sul LORO sito a titolo gratuito. In cambio puoi avere visibilità.
Dicesi visibilità quando accetti che la TUA foto della torta salata + ricetta + una giornata e mezza di lavoro vada sul LORO sito. Tutte gli utenti che passano da LORO a cercare la torta salata, trovano la TUA ricetta sul LORO sito, si stampano la TUA ricetta presa dal LORO sito, chiudono il sito, preparano la TUA ricetta.
Loro avranno miliardi di visite, guadagni e fama. Tu visibilità.
C'è solo un particolare: con la visibilità, a differenza delle banconote non ci si mangia. 
Questo le aziende lo sanno bene ma fino a che esisteranno blogger che gratuitamente  regalano il loro (a volte pessimo, devo dirlo) lavoro, esisteranno uffici marketing che invieranno mail del genere. Ma devo davvero dirlo io cosa significhi per un cartaceo o un sito on line, riempire le pagine con un foto e ricetta di una blogger? 
Vuol dire che vi stanno prendendo per il culo perché loro hanno due pagine piene a costo zero, una tiratura maggiore dato dal fatto che i vostri parenti e amici acquisteranno una copia, un sicuro successo visto che altre blogger vorranno fare la stessa fine ingigantendo con il passa-parola la fama del giornale.
Chi apre un blog di cucina lo fa per passione e ben vengano i momenti di gloria: la propria ricetta riconosciuta su una bella rivista o un prodotto inviato in cambio di una recensione, ma quando la collaborazione è continuata, dovete esigere un compenso in denaro minimo-minimo il doppio della spesa fatta per la ricetta.
Fatelo. Perché voi valete quando la Casta per la L'Oreal.
E se non lo volete fare per voi, fatelo per me che ne ho le sac à poche piene di queste collaborazioni a senso unico. 



La ricetta viene da qui, riadattata a mie usi e costumi.

Dosi
Per una forma da 0,5 l

500 ml panna liquida + altri 200 circa
100 g Nesquik
50 g zucchero
8 fogli di gelatina

Preparazione

In una casseruola, versare 500ml di panna, il Nesquik e lo zucchero. Mescolare continuamente fino alla prima ebollizione. Nel frattempo, ammollare i fogli di gelatina di acqua fredda. Togliere dal fuoco la casseruola, strizzare la gelatina e aggiungerla alla panna. Mescolare con  cura per scioglierla bene. Versarla in una ciotola su una bilancia e aggiungere tanta panna quanto basta ad arrivare a 500ml per compensare il liquido evaporato. Versare in una forma da cake e lasciare in frigo tutta la notte (8 ore).
Sformare e decorare.
Si conserva in frigo come un budino.







SHARE:

23 commenti

  1. Ma quanto hai ragione,condivido pienamente!
    non commento praticamente mai,me ne scusa ma ti seguo sei grande,in tutto!
    complimenti per la ricetta,ho giusto del nesquik da smaltire.

    RispondiElimina
  2. Lunga vita a MoniQu! :-) E grazie per la ricetta, così diamo nuova vita al nesquik che qui alla signorina sotto il metro non piace!

    RispondiElimina
  3. Te l'ho già detto che ti adoro ??? Monique...credimi, potrei averlo scritto io questo post ! Oggi più che mai ho capito che della visibilità non me ne frega un emerito cavolo...preferisco continuare a rimanere una sconosciuta nel mio blog e fare le cose per me stessa, per passione e per chi ha il piacere di passare a trovarmi, leggermi e provare le mie ricette. I signori che "regalano" visobilità non si rendono nemmeno conto di tutto il lavoro che c'è dietro ad ogni singolo post...se le cose si fanno bene o perlomeno, ci si impegna per farle bene...costano tempo, fatica, impegno, denaro e anche sacrificio. Già, perché molti dei miei weekend ( quasi tutti!), io li passo a casa, a "lavorare" per la mia passione...Tu sei brava...ma tanto ! Splendide le foto e gustosissima la ricetta. Bacino e buona giornata !

    RispondiElimina
  4. Monique tu sai che la settimana dopo aver parlato con te ho letteralmente mandato a stendere chi sai tu?

    RispondiElimina
  5. Ciao Monique cara, immagino che ora sarai subissata da miliardi di commenti entusiasti di altre blogger o aspiranti tali che invocheranno la giustizia divina sulle aziende fedifraghe. Io non sono blogger, e me ne guardo bene, ho ormai capito abbastanza il problema perchè più volte ne ho letto nei blog che seguo. Inoltre, occupandomi di amministrazione ed essendo sempre in mezzo ai numeri, il problema, anche se non lo avessi letto, me lo sarei immaginato perchè ho la testa già tarata in quel senso... Quindi tutta la mia solidarietà ma passo oltre, ,asciando al coro delle Foodbloggers la parte del leone....Chiedo solo questo: 8 fogli di gelatina a quanti grammi corrispondono? dato che, come tu ben sai, esistono varie marche di gelatina in commercio con pezzature diverse.....e la riuscita di questo tipo di dolce sta proprio nel non abusare per non avere il famigerato effetto stracchino che tanto mi spaventa....:-)....Grazie molte molte, Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna, le case producono fogli di gelatina, con pochi grammi di differenza, il fatto è che tutte hanno diciamo lo stesso concentrato nel foglio, per questo che si usa parlare di numero di fogli che di grammi. L'effetto che si ha in questa ricetta è la stessa texture di un budino, secondo me puoi scendere a 7...La mia è di 2 g, spero di averti risposto! un bacio

      Elimina
  6. Scusa ma nella torta al nesquik lo posso sostituire il nesquik?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sisi, puoi sostituirla con il nesquik, oppure se non l'hai in casa, usa il nesquik che viene bene uguale!

      Elimina
  7. Risposte
    1. quante volte me lo dici? stai mangiando troppo blu61 mi sa!!

      Elimina
  8. Stai attenta perchè a breve oltre allo spam dei magazine, ti arriveranno anche le mail di protesta delle amiche a cui, come un untore, ha trasmesso questa passione/armaadoppiotaglio/mannaggiaameeaquandotihodatoretta! E ti chiederanno un indennizzo, non so ancora in che forma, ma te lo chiederanno...forse potrebbe andar bene una torta al Nesquik.
    Io comunque nonostante tutto... Ti adoro!!!

    RispondiElimina
  9. Ci sono persone e persone, blogger e blogger, io non critico il modo di operare di alcuni anche se non l'approvo e spesso me ne sto zitta zitta, quando invece avrei tanto da dire, quello che dovrebbero capire tante persone è' che il lavoro deve essere pagato punto! Non lo vuoi chiamare lavoro? Va bene, l'impegno che ci metti nel fare una cosa, deve essere retribuito, soprattutto se questa cosa si chiama collaborazione, ovvero il rapporto che che le due o più persone hanno e dove c'è guadagno da entrambe le parti. Io ti ammiro molto per quello che riesci a dire, con la solita ironia e naturalezza! Bacio

    RispondiElimina
  10. Anche se sono una modestissima blogger (anzi quasi non mi sento di definirmi tale), concordo pienamente con te. E le tue foto sono da sogno :) Complimenti ;)

    RispondiElimina
  11. Eh, lo capissero che la visibilità non porta denaro. Nè paga le bollette, nè.... ok, la finisco qui.
    Mi prendo una fetta di torta così mi va giù l'amaro in bocca.

    RispondiElimina
  12. Te lo dicono tutti, io spesso, sei....adesso che ho esaurito gli aggettivi? Ti abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
  13. Te lo dicono tutti, io spesso, sei....adesso che ho esaurito gli aggettivi? Ti abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
  14. Ma siamo noi che vogliamo vivere di blog o il blog che vuole vivere di noi?
    Vabbé cara Monique, io sono troppo indietro e i pacchi di farina al massimo me li lanciano.
    Però sono innamorata di te, delle tue ricette e delle tue foto. E adesso anche della tua politica: Monique for foodblogger president! <3

    RispondiElimina
  15. Condivido a pieno parola per parola ma soprattutto rimango incantata di come hai trasformato un semplice budino a nesquik in un dolce elegante e chic.

    RispondiElimina
  16. Condivido a pieno!

    Io sicuramente non corro rischio. Il mio blog è piccolo, lo faccio per me. Si tratta piuttosto di un ricettario personale, lo faccio per i miei figli che forse un giorno mi chiederanno le ricette. Poi non faccio pubblicità e non collaboro con le aziende. Se qualcuno mi segue ne sono più che contenta. Sorrido ogni volta che leggo un commento... Il blog mi rende felice. Fa parte della mia vita anche se più di una volta mi sono chiesta se chiuderlo...

    Bon... Io adoro il tuo blog e adoro le tue ricette. Questa ormai fa parte della nostra vita in famiglia. Ci siamo leccati tutti i baffi e mio figlio quando parla di un "special cacao" (ha 3 anni) mi chiede questo dolce accompagnato da una tazza di cacao frullato... È troppo goloso ;-)

    Comunque mi è talmente piaciuta la ricetta che ho deciso di pubblicarla sul mio blog. Se ti va passa a trovarmi che vedi il risultato :-)

    http://sapori-e-colori.blogspot.de/2016/02/nesquik-cake.html

    Grazie ancora e buon fine settimana!
    Gina

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig