giovedì 23 luglio 2015

Insalata di pomodori e pane croccante e...popolo di FB


Su FB, trovi un sacco di cose simpatiche, altre interessanti, molte stupide, diffamanti, volgari, contraddittorie e ipocrite.
Trovi il risultato generalizzato dell'anima nella nostra società che dona il suo massimo splendore in argomenti come:


  1. Politica, dove tutti improvvisamente sono laureati in economia e commercio: quello di destra che sentenzia, quello di sinistra che si oppone, quelli specializzati in finanza e in borsa. Si aprono dibattiti fini a se stessi e ci si fanculizza fino al blocco del contatto.
  2. Cronaca nera, dove quelli che erano economi ieri, oggi sono giudici e avvocati penalisti. Si aprono tribunali virtuali, riesami, corti d'appello e assoluzioni e blocchi dei contatti dove però dopo un paio di giorni vengono sbloccati per buona condotta.
  3. Argomenti bloggers: cuori, soli amori intervallati da furti di ricette condannati alla lapidazione in piazza, ancora cuori soli amori con polemiche tra fruttariani (che ieri erano giudici) e cannibali (che ieri erano finanzieri) e infine cuori soli e amori e discussioni sulla VERA CARBONARA che "non si fa come l'hai fatta tu: quella di mia nonna è quella vera-verissima-originale e le altre son tarocchi gne-gne-gne."
Ma l'argomento che ho più a cuore è il caldo d'estate e il freddo d'inverno. Sì, perché su FB, non puoi dire che hai caldo, che hai la sensazione di afa, che stai male dal freddo, che c'hai il ghiaccio nelle ossa, NO! Su FB, non devi, mai, mai e poi mai lamentarti delle temperature stagionali perché ti tiri dietro i giudici, i fruttariani, i colpevolisti, i laureati ma anche barbari, gli unni e gli ostrogoti.
Non lo dire mai, devi soffrire in silenzio.
Il popolo FB odia la frase "che caldo" perché le risposte possono essere solo due:
"E' estate, è normale, smetti-di-rompere-li-cojoni" e
"Se quest'inverno dici che fa freddo, ti tolgo dai contatti"
Fine, non ci sono vie di mezzo.
E' vero che è estate e che è normale che sia caldo, ed è vero che tra 6 mesi mi lamenterò' di sicuro del gelo ma è anche vero che ho il diritto di dirlo.
E' un'affermazione che ci accomuna come abitanti sulla stessa terra, ci rende uguali, tutti a sudare e a boccheggiare e visto che raramente ci si trova d'accordo, non è forse meraviglioso dire tutti quanti HO CALDO? E' un segno di solidarietà e unione.
Ma si sa, la solidarietà su FB, è solo cuori soli amori e nessuno che ti sventagli.
Abbiamo caldo ma tutti a astenersi dal dirlo perché si cade nel banale, perché guai a dire qualcosa che non sia originale! Guai!
Non sudo (non saprei cosa sudare), ma ho caldo anche io.
Hocaldohocaldohocaldo e me ne vanto.
E tra 6 mesi avrò freddo e lo scriverò su tutte le bacheche.


Nessuna dose per questa ricetta olè-olè

Pomodorini rossi, gialli, verdi, viola...
1 cipollina
sale, pepe, olio
erbette o spezie, origano
pane raffermo o fresco
basilico

Lavate, asciugate e tagliate i pomodorini in due o quattro. Tagliate il pane raffermo  a dadini o se fosse fresco, sbriciolatelo. Far riscaldare un po' d'olio in un padellino e far dorare il pane fino a farlo diventare croccante. Unite le erbette, il sale e il pepe. In una ciotola mescolare i pomodori con il pane, la cipollina tagliata a rondelle e insaporite con sale, pepe e origano. Completate con basilico fresco.


SHARE:

15 commenti

  1. Mi hai tolto le parole di bocca. A Milano la temperatura è fissa sui 36, percepita quasi 40; se esci un attimo dall'ufficio e rientri rischi una congestione.. e il mio collega mi dice che non posso lamentarmi perché è estate ed è normale! Normale saranno 30, 32 gradi.. non l'aria che brucia e il terreno che si scioglie sotto le scarpe, la macchina come una fornace, la sensazione di non farcela ad ogni minuto che passa..!
    Non abbiamo più nemmeno il diritto di esprimere una sensazione, meno che mai un'opinione..
    L'opinione su questa insalata però è indubbia: fresca, colorata e appetitosa!
    Grande Monique!

    RispondiElimina
  2. Ho caldo anche io e sudo da morire!!
    Ah dimenticavo, mi lamento anche io del caldo!!
    Brava così di fa!
    E ora vado a scopiazzare la tua non ricetta favolosa e a dire che mia nonna la faceva meglio, diversa e prima di te ;))

    RispondiElimina
  3. Io ho caldo e ho pure fame. Questo si può dire? o bisogna dire che con questo caldo anche l'appetito è andato in vacanza? io ho fame e mangio tonnellate di insalate di pomodori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, io sono messa peggio, ho fame e mi mangerei pure una carbonara, tanto la potrei cuocere anche sopra un braccio!

      Elimina
  4. Que rica! Me encanta! Preciosas fotos! besos

    RispondiElimina
  5. Sai come la penso su FB: la fiera delle vanità, dei selfies e delle ovvietà. L'unica ragione per cui mi connetto è per aspettare ansiosa il momento in cui potrò godere invece di una tua bella foto e correre qui, in questo angolo di paradiso e gustarmi le tue ricette.
    Ti adoro. Sempre
    Màdame

    RispondiElimina
  6. Una sola cosa, sono contenta che tu ci sia!
    Quello che resta di Daniela

    RispondiElimina
  7. Monique sono al caldo sotto l ombrellone ....ma grazie a te mi sono fatta 4 risate ....mi piace leggere quello che scrivi mi piace come scrivi .

    RispondiElimina
  8. qui, Torino, siamo quota 39° io odio il caldo, lo dico sempre (anche di inverno....) e questa panzanella freschissima e colorata la vorrei a pranzo, cena, di nuovo il giorno successivo...ma che bella con quei pomodorini super!

    RispondiElimina
  9. Con questo 'caldo' non ho la forza di controbattere, passami un piatto che ti faccio compagnia così magari a pancia piena e fresca riesco a connettere qualche parola e/o concetto.

    RispondiElimina
  10. Io penso di amarti.
    A parte il fatto che condivido virgola per virgola quanto hai scritto e ti segnalo - perchè forse sei stata più fortunata di me e non ti è capitato mai - che c'è anche chi si incacchia con quelle povere persone che o scrivono su fb la parola TERREMOTO o che si lamentano della pioggia, proprio perchè terribilmente inflazionate, salvo farlo anche loro..
    Inoltre ti faccio i complimenti perchè sono rimasta a bocca aperta quando sono entrata nel blog. Mi è arrivata una sferzata di armonia con le tue foto super colorate da lasciarmi totalmente inebetita.
    Brava Monique <3

    RispondiElimina
  11. eeeeeehhhh!!!! ma allora non si può scrivere proprio niente su questo FB del caiser!!!!!! ha ha ha ha hai ragione cara, anzi ragionissima! ma se non scriviamo qualche stronz.... ehm.. cavolata sui nostri profili e non ci lamentiamo (almeno lì) per che cosa ci siamo iscritte in questo social?
    p.s.
    dopo ti mando in privato la vera ricetta dell'insalata di pomodori dell'orto biologico di mio nonno con pane croccante, ma pane fatto con farina biologica da grano coltivato in terra bio e irrigato con acqua di sorgente, altro che...
    :-P

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig