martedì 10 marzo 2015

Biscotti Anzac


Per denti che non temono niente e nessuno, i biscotti ANZAC detti anche "biscotti del soldato" sono i croccantissimi cookies fatti con avena, golden Syrup e cocco. 
Nati dalle mani delle mogli dei soldati in guerra, venivano preparati con ingredienti semplici e di facile reperibilità ma soprattutto senza l'ausilio di uova proprio per farli durare a lungo e per resistere a viaggi in lontane destinazioni.
ANZAC infatti è semplicemente l'acronimo di Austrialian and New Zealand Army Corps, uno dei corpi di spedizione nel Mediterraneo durante la prima guerra mondiale.
Li ho fatti, ero troppo curiosa. 
Mi sono documentata e sono entrata nel personaggio di moglie di soldato agli inizi del 1900. Mi son pure messa la cloque in testa e la gonna a metà polpaccio (che tanto mi sfila, nevver?). Li ho fatti raffreddare in gratella mentre ballavo un jazz suonato da un rauco grammofono e li ho impacchettati con carta di riso e canna di bambù.
Ora, per essere coerente, dovrei spedirli a mio marito in guerra.
Mi vedo già la faccia dell'impiegato delle poste...




Circa 20 biscotti



125 g burro
2 cucchiai di Golden Syrup
1 cucchiaio di acqua
1/2 cucchiaino di bicarbonato
220 g zucchero di canna (io ho usato il muscovado)
40 g noce di cocco grattugiata
90 g fiocchi d'avena
150 g farina comune

Riscaldare il forno a 160°.
In una casseruola capiente mettere il burro, l'acqua e lo sciroppo a fuoco dolce.
Fuori dal fuoco unire il bicarbonato. Successivamente aggiungere lo zucchero, mescolare bene e infine il cocco, l'avena e  la farina. Lavorare con un cucchiaio di legno o con le mani. Premere 30 g di impasto nel fondo di pirottini in silicone per dei biscotti originali tondi, oppure come ho fatto io, premerli nel fondo di un coppapasta quadrato, messo direttamente sulla carta forno. Infornare per circa 20 min. Lasciar raffreddare su gratella, conservare in scatole di latta. 

SHARE:

20 commenti

  1. Questi biscotti sono una tentazione senza fine.....ma il Golden Syrup dove lo trovi di preciso?Sono davvero curiosissima di provare a farli.....

    RispondiElimina
  2. Ciao MIcol, lo trovo semplicemente al super!

    RispondiElimina
  3. Sono curiosa pure io, mi piace un sacco l'avena, devo scrollarmi di dosso sta pigrizia primaverile e farli. E poi a chi li spedisco?

    RispondiElimina
  4. Strani biscotti.... ma sono davvero tanto duri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sono duri!! Sono croccanti, non è una frolla ecco. Un bacio!

      Elimina
  5. Miiiii come sei colta!!! Ironia a parte è sempre un scoprire le cose attraverso le tue ricette ... e pure la citazione a Battiato mi hai fatto!
    Sei il mio "Centro di Ispirazione Permanente".
    Un bacio dolcezza
    Màdame

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trèsor .. lo sai che se parli di musica io gioco in casa!!
      Soprattutto se scegli cantautori della mia terra!
      bisous
      Mad

      Elimina
  6. Lo sapevo che non sarei dovuta entrare a leggere. Ogni volta sei una tentazione.
    Un bacio,
    Silvia.

    RispondiElimina
  7. Beh con questa presentazione vien proprio la curiosità di provarli!

    RispondiElimina
  8. brava e grazie vanno provati assolutamente

    RispondiElimina
  9. Ogni volta che leggo quello che scrivi rimango rapita dalle tue parole...e poi scoppio a ridere pensandti all ufficio postale per spedire i biscotti....
    Come sempre da te trovo bellissime ricette foto e parole...

    RispondiElimina
  10. Tesoro adoro i biscotti con i semini, di qualsiasi tipo, sotto i denti....!!!! Buoniiiii!!!!
    Franci

    RispondiElimina
  11. Che scena meravigliosa quella di te che impacchetti questi biscotti con la musica jazz di sottofondo . . . ^_^

    RispondiElimina
  12. sai che non conoscevo questi biscotti? assolutamente fantastici invitano proprio

    RispondiElimina
  13. oddio...
    ho un po' di timore per i miei incisivi

    RispondiElimina
  14. Cavoli, sembrano buoni e invitano a provarli, ho anche il golden syrup, ma mi hai messo un po' d'ansia :D non ci rimetto un paio di denti ve'?!

    RispondiElimina
  15. Non avevo mai sentito neanche nominare questi biscotti. Dai al massimo saranno un po' tipo i cantucci come durezza, quindi ottimi

    RispondiElimina
  16. Quando pubblichi un libro di biscotti? sforni meraviglie una dopo l'altra, sempre più buoni ed originali..
    Io sono già in libreria ad aspettarti.
    Bisous!

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig