martedì 4 novembre 2014

Biscotti alla crusca



Facendo un rapido calcolo mentale negli ultimi tempi sono aumentate le vendite di:
  • stampi per chiffon cakes
  • pacchetti di cannucce colorate
  • passini per zucchero a velo
  • bottigliette in vetro per il latte
  • libri di cucina
  • abbonamenti e riviste di cucina
  • attrezzatura per cucina
  • fotocamere reflex
  • obiettivi 50mm
  • cavalletti a go-go.
I mercatini vintage hanno avuto impennate che non si sanno spiegare.
Nei Brico Center sono significativi i dati sulle vendite di tavole di legno singole e di molteplici colori in acrilico.
Aumentano a dismisura gli acquisti di sac à poches, stampi in silicone, pirottini di ogni genere colore e misura.
Aumentano gli eventi di food, manifestazioni, show cooking dove gira una micro economia ragguardevole.
Aumenta la domanda di prodotti stranieri, thé giapponesi, frutti esotici, fave e cereali antichi.
Il consumo di farina ha avuto un picco notevole.
La vendita di planetarie non ha mai visto un successo così esagerato.
L'economia italiana affonda, c'è crisi, nessuno va più in vacanza, nessuno va più a cena fuori.
Molte persone hanno un po' il dente avvelenato con la categoria foodbloggers ma temo che la verità, numeri alla mano, sia che siamo noi a far girare l'economia.
Meriteremmo un po' più di rispetto!
Dedico quindi questa ricetta a tutte quelle persone che tanto detestano questo enorme gruppo di appassionate.
Gli dedico dei biscotti alla crusca, ricordandogli i benefici lassativi di questo alimento.


Per  22 biscotti

150 g farina comune
60 g crusca
60 g fiocchi d'avena
1/2 cucchiaino bicarbonato
110 g zucchero
60 g burro freddo
1 uovo freddo


Mescolare la farina con la crusca, l'avena, lo zucchero e il bicarbonato. Aggiungere il burro a cubetti freddissimo e lavorare con le mani fredde fino a ottenere un composto sabbiato. Aggiungere l'uovo, anch'esso appena tirato fuori dal frigo e lavorare per formare una palla omogenea. Solo se avete difficoltà, aggiungere un cucchiaio di acqua fredda, ma se le vostre mani, il burro e l'uovo saranno freddi, non dovreste avere problemi.
Coprire con pellicola e conservare in frigo, il tempo che il forno arrivi a temperatura 180°.
A quel punto potete decidere se spianare l'impasto e tagliarne dei biscotti o come me metterne un po' nel fondo di un pirottino di silicone (diametro del fondo cm 6).
Infornare per circa 10/15 minuti. Devono risultare dorati ma non troppo, altrimenti una volta raffreddati saranno troppo duri.
Fate raffreddare su gratella.



SHARE:

29 commenti

  1. the REAL bontà! con questi, con yogurt e miele, potrei farmici venire un infarto!

    RispondiElimina
  2. Che bella foto Monique!! Bel piattino...bellissimo sfuocato cremoso...eh eh Ti sei dimenticata di citare le vendite delle lenti close - up....

    RispondiElimina
  3. Quanto hai ragione...ottima dedica ;-)

    RispondiElimina
  4. Ahahahahah il messaggio è ben chiaro Monique :P
    Alla faccia dei antibloggaline e dell'economia del paese, che in parte, una minuscola parte la mandiamo avanti noi!
    I biscotti sono belli e immagino croccanti, perfetti per l'inzuppo ♥
    Una buona giornata Monique!

    RispondiElimina
  5. Io penso da sola di mandare avanti Maison du Monde ... tranne le rare volte in cui entro solo a guardare con il fumetto dei cuoricini sopra la testa..
    I biscotti li provo e la foto la sogno.
    Bacio

    RispondiElimina
  6. Ma spiegami come si fa a detestare un'appassionata come te?! Non ci riesco neanche io, con tutta la mia invidia, la mia gelosia e la "stizzitudine" con cui resto di fronte ai capolavori culinari che sai creare?
    E visto che parli di acquisti ne approfitto per farti i complimenti anche per i props che usi nei tuoi set: hai un gusto particolare e raffinato nello sceglierli, nell'abbinarli e nel comporli...quasi da esperta di design!
    Màdame

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mia cara, visto che hai preso l'argomento, ne approfitto per dire che questo piattino in metallo ha dato da mangiare a molti bambini dell'asilo negli anni 50 e uno è arrivato fino a me grazie ad una persona che ammiro per il suo animo e il suo cuore. Si chiama Luca ed è il mio insostituibile collaboratore nei corsi di fotografia. Un bacio, a venerdì.

      Elimina
  7. Ahahahaa un modo carino e gentile per augurare, a tutti coloro che non amano le foodbloggers, di andare in un certo posto... :D adoro il tuo modo di scrivere, adoro il tuo blog Monique!
    Proverò volentieri questi buonissimi biscotti :)

    RispondiElimina
  8. uahahahah mi fai morire!
    Eh si, se non ci fossimo noi....
    Che belli questo biscotti, li devo fare anche io per regalarli a un considerevole numero di persone di mia conoscenza. Magari x Natale...
    baci cara!

    RispondiElimina
  9. Bellissimo questo post e i tuoi biscottini devono essere ottimi. Ma come può esserci qualcuno che ce l'ha con le food bloggers? Buona giornata e ciao!

    RispondiElimina
  10. Ahahahhaah Monique, che bella bella dedica a quelle persone!!!!!
    Ovviamente bellissima ricetta ;)

    RispondiElimina
  11. Io ti leggo sempre e comunque, la mia razione di buon'umore! A proposito...io ho tutti gli aggeggi sopracitati. Chedonnademmerdachesono!

    RispondiElimina
  12. Hai perfettamente ragione!!! L'economia ormai gira solo grazie a noi ;-)

    RispondiElimina
  13. belli,mi piace molto la crusca nei biscotti,brava e grazie del dono

    RispondiElimina
  14. Mi sembra che tu abbia detto tutto, sintetica, concisa e dritta al punto :-)))))
    Ho proprio scovato un piatto uguale al tuo tra le cose di mia nonna. Appena l'ho visto me ne sono innamorata. Non l'ho ancora immortalato, potrei rinnovarlo proprio con questi biscotti

    RispondiElimina
  15. pochi semplici ma ricchi ingredienti.. sapore e consistenza rustica..
    sono i miei biscotti! brava

    RispondiElimina
  16. fortissima! eh si siamo noi foodblogger a far girare l'economia! anche io sono sempre alla ricerca di oggettini per i miei set fotografici e per le mie ricette!

    RispondiElimina
  17. Ahahahah, hai proprio ragione.... per ora io tengo duro ravanando in cantina (quanti tesori sto scoprendo...) e mi accodo alla tua iniziativa di dedicare dei biscottoni lassativi agli invidiosi che ci vogliono male, malissimo....
    Ciao,
    Tatiana

    RispondiElimina
  18. Saranno anche lassativi.....ma la mia insana passione per le cose semplici e rustiche non puo' che essere ulteriormente "alimentata" da questa ricetta...quindi ti faccio i complimenti ....la tua vena ironica ha fatto centro ....nulla da aggiungere....concordo e condivido ....e ovviamente ...faro' questi biscotti!!!!!.....Micol

    RispondiElimina
  19. Ahuhuahuahauhaua ma io, quanto ti amo??!! :D

    RispondiElimina
  20. quanto è vero!!!
    Biscotti bellissimi e buonissimi :)

    RispondiElimina
  21. Hai ragione, meriteremmo più rispetto. Facciamo girare l'economia. Solo io non so quanti aggeggi ho fatto comprare alle mie amiche, solo io tra ceramiche, props, tovaglie, serviti di piatti, attrezzi vari penso di aver contribuito fin troppo all'economia. A parte questo, hai fatto una foto che spacca che sicuramente rispecchia la bontà della ricetta!

    RispondiElimina
  22. Solo invidia... il blog logora chi non ce l'ha! ;o)

    RispondiElimina
  23. Ahahah...quanto mi fai ridere con questi post.
    Hai ragione, dovremmo fare uno sciopero.poi voglio vedere cosa si mangerebbero. Bordini caldi e pizze surgelate!!!
    Sai che ti dici? Non se li meritano i tuoi buonissimi biscotti!!!

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig