lunedì 22 aprile 2013

Crackers rustici all'acqua


Se siete amanti dei semi, semini & Co, dovete assolutamente provare questa ricettina.
E' il cugino del cracker, è deliberatamente dietetico, spassionatamente facile da fare e simpaticamente versatile (colazione, merenda, stuzzichino...).
In un negozio ho trovato l'olio di sesamo, che gli da un sapore inconfondibile, veramente speciale ma credo che un olio di semi possa andar bene ugualmente. Anche per la farina trovo che tagliarla con un tipo poco lavorato, aiuti a mantenere un sapore più rustico.


60g farina bianca
60g farina di spelta (o segale)
100g semi vari a scelta (girasole, papavero, zucca...) 
1 pizzico di sale
30ml olio di sesamo (o di semi o di oliva)
da 100 a 220ml acqua




Scaldare il forno a 150°.
In una ciotola raccogliere le farine, il sale, i semi e l'olio. Mescolare per amalgamare.
Far bollire l'acqua e versarla al centro, mescolare molto bene con un cucchiaio di legno. Prima di avere il desiderio di scrivermi per insultarmi, sappiate che se l'impasto è appiccicoso, è del tutto normale. Versarlo sulla carta da forno, coprire con un altro foglio e premere con le mani per spianarlo. Io ho usato due fogli di carta forno singoli (42x34cm). Usare il matterello e abbassarlo il più possibile. Passare il matterello fino a che non ci saranno più "ondine" e sarà tutto piatto. Verrà grande all'incirca quando la leccarda del forno (40x34). Attenzione ai bordi che tenderanno ad essere finissimi per la spinta finale del matterello: cercate di mantenere lo stesso spessore della parte centrale. Togliere la carta di sopra e infornare per un'ora.
L'obiettivo per il cracker all'acqua è perdere acqua e umidità in forno. Non preoccupatevi del colore ma della durezza.
Il crackerone deve risultare croccante: se uscito dal forno, con una forchetta lo prendete dal basso e provando ad alzarlo si piega dolcemente, vuol dire che ha ancora bisogno di cottura. 
E' cotto bene quando non si piega ma si spezza.
Lasciate raffreddare, spezzatelo e servitelo anche per un brunch.
SHARE:

25 commenti

  1. mmm...questi li voglio proprio provare, sono degli spezzafame davvero perfetti!

    RispondiElimina
  2. Fantastici, e el foto fanno venire l'acquolina come al solito!:) Non conoscevo l'olio di sesamo ma mi ispira un sacco... uhmm, che fame!

    RispondiElimina
  3. Io faccio parte del club "amante dei semini" e non posso che sbavare davanti a questi crakers :-P
    Bravissima, li proverò sicuramente..secondo te può andare bene anche l'olio evo??!!
    Buona serata <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consu, non l'ho mai provati con l'EVO, però se è buono e profumato secondo me potrebbe andar bene. MI fai sapere? così aggiungo consigli a questo post! baci

      Elimina
  4. Ciao Monique, sfiziosissimi questi crackers, da sgranocchiare in qualsiasi ora della giornata!!!
    Bacioni, a presto...

    RispondiElimina
  5. Che stani cracker!! Solo a vederli mi sembra di sentire il crik crak!! Che buoni che devono essere!!!

    RispondiElimina
  6. buoni!!! Questi cracker li compravo in un forno di Milano. Erano buonissimi!! Non li ho più trovati da nessuna parte!! Ed ora ecco i tuoi!! Grande!!! un bacio

    RispondiElimina
  7. una pregunta: visto che l'impasto e' appiccicosa la carta da forno non si attacca?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no si attacca , anzi una volta che hai schiacciato tutto, viene via con molta facilità. Provare per credere!

      Elimina
  8. J'aime beaucoup, j'ai deja fait mais au bacon.

    Ils sont superbe!

    Bisous

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmm yam! au bacon? Je n'y avais jamais pensé, bonne idée! Merci, biz

      Elimina
  9. uuhh questi li faccio, adoro i semini
    baci

    RispondiElimina
  10. ciao Monique.che buoni questi crachers,mi piacciono molto....un abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
  11. Splendidi, e appena smette di piovere è tempo di aperitivi in terrazza!!
    Grazie per l'idea, mi piaccioni i semini!!
    Ciao!

    RispondiElimina
  12. devono essere veramente stuzzicosi!!!
    gnam gnam!!!

    RispondiElimina
  13. ah quanto mi piacciono quei bei semini nei tuoi creckers! (ho fatto giorni fa un elogio del crecker ;) sul mio blog)

    RispondiElimina
  14. ahh ma che idea! buoniiiii anche perchè utilizzo spesso i semini!! ihihhi un bacio!

    RispondiElimina
  15. Mi attirano molto. Una domanda: il lievito non ci va ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO ASSOLUTAMENTE NO. Sono rustici: solo acqua e farina. L'acqua evaporerà in cottura.Assolutamente niente lievito!

      Elimina
  16. Ma che bella ricetta curiosa e gustosa!Un abbracio Ele

    RispondiElimina
  17. Grazie per la ricetta che mi ingolosisce molto.
    Vorrei chiederti se è possibile usare un'altra farina al posto di quella di segale? Cosa mi consigli?

    RispondiElimina
  18. Scusa se scrivo di nuovo ma non avevo attivato le notifiche

    RispondiElimina
  19. Ciao, si possono fare anche con tutta farina integrale?
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  20. Ciao,si può usare farina bianca mista a farina di grano saraceno?Grazie

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig