giovedì 8 novembre 2012

Mezze penne agli aromi


 Insieme al risotto allo zafferano e alla sfoglia con spinaci e ricotta, le mezze penne agli aromi facevano parte delle mie ricette cult quando decisi di rendermi indipendente e andare a vivere da sola.
Vivere da sola per una single non è così semplice. E sto parlando di cucina.
Ho avuto un sacco di difficoltà legate alle quantità dei prodotti: esistevano pacchi di biscotti "confezione famiglia", sacchi di patate "confezione 2x3", casse di patatine fritte "confezione condominio" ma non esistevano miniconfezioni per single.
 Farmi dei tortellini panna e prosciutto significava mangiare tortellini per due giorni, visto che le dosi erano minimo per due persone e dover usare la panna per altre 3 cene, visto che la panna era da 250 ml.
Uno dei  vantaggi dell'essere single è che puoi cambiare idea anche all'ultimo momento quindi potevo anche decidere di non tornare a casa la sera o ordinare una pizza al lavoro o accettare un invito a cena.
Nel frattempo la panna in frigo si animava di vita propria, andava a male e dovevo gettarla.
 Ho dovuto rinunciare a preparare tanti piatti come i tortini di patate o le crepe al forno perché per una persona sarebbe stato troppo o perché nessuno avrebbe potuto dirmi se era buono o no.
Le torte salate erano un buon compromesso al posto della solita pasta ma il punto negativo era che per 2 giorni a pranzo e cena dovevo nutrirmi solo di quello per non doverlo buttare.
La farina poi, era off limits: doverne comprare un chilo per usarne un paio di cucchiai come addensante della besciamella, era frustrante.

Le mezze penne agli aromi le amavo ma piano piano ho dovuto rinunciare anche a questa ricetta proprio a causa dei due miseri cucchiai di panna tra gli ingredienti.
Oggi, dopo tanti anni ho avuto voglia di riprovarla e ho ritrovato gli stessi profumi  di quando ero una single 22enne arrabbiata con il mondo delle famiglie numerose.

Ricetta di mamma:

1 spicchio d'aglio
mezza cipolla (io ho usato la rossa, mi piace di più)
300 g salsa pomodoro
1 mazzetto di aromi quali
rosmarino
basilico
prezzemolo
salvia
2 cucchiai colmi di panna da cucina
olio sale origano

Far bollire l'acqua per la pasta. Nel frattempo far rosolare l'aglio in una padella antiaderente con un pò d'olio. Toglierlo e unire la cipolla a fette sottili. Una volta appassita, unire gli aromi freschi tritati a mezzaluna e far insaporire. Versare anche la salsa di pomodoro, regolare di sale e mescolare. Cuocere le mezze penne. Unire l'origano secco alla salsa e i cucchiai di panna. Mescolare molto bene, scolare la pasta e unirla al condimento.
Servire calda!



SHARE:

15 commenti

  1. Cara Monique,
    bhè, rispetto a me, avevi già un bagaglio ben fornito di ricette "single" ;-)
    La panna... tasto dolente anche per me :-(
    Queste penne però sono così pieni di ricordi che me le sono proprio gustate..!

    RispondiElimina
  2. sei un genio!!! Non so se sei sposata ma potessi ti sposerei subito. Questa ricetta la faceva sempre l'amica di mia madre la domenica sera d'inverno quando rimanevamo da lei con varie bische clandestine di giochi con le carte. Io ero piccola max 8 anni e amavo questa pasta ma mia madre non se la ricordava ... ti amooooooooooo!!! me la segno e non me la dimenticherò più!! O sembra una cavolata ma non ce la facevo a rifarla!!

    RispondiElimina
  3. ottima la mamma....la sua ricetta sprint è davvero molto invitante!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. E brava la mamma, ottima ricetta!!!!!

    RispondiElimina
  5. MMM APPETITOSE!!! Ti capisco benissimo, il problema si pone anche se si è solo in due con la differenza che nn puoi cambiare ideal all'ultimo minuto accettare un invio su 2 piedi etc ;)in compenso però ci sono altri lati postivi ;)

    RispondiElimina
  6. In questo periodo vivo da sola e capisco perfettamente!Sono a Londra e a meno che non tu voglia mangiare roba già pronta (in tal caso ti puoi sbizzarrire, è tutto monoporzione) è un bel problema!!Anch'io faccio spesso questa pasta ma con la ricotta a posto della panna!

    RispondiElimina
  7. In effetti il popolo dei single è sempre stato poco attraente per i commercianti... forse adesso cominciano a capire che sono un bel bacino d'utenza!
    La ricetta mi piace molto e con le ultime erbe fresche disponibili la farò nei prossimi giorni :)
    Bacioni
    Tiziana

    RispondiElimina
  8. Guarda con le porzioni ero esattamente come te, anzi in realtà ancora qualche volta! Sono andata a convivere 3 anni fa e mi sono trovata completamente spiazzata! Capita un pò a tutti immagino!
    Deliziosa pasta! Bravissima!

    RispondiElimina
  9. che coincidenza anche a casa mia si mangia questa pasta ma non so per quale motivo la mia mamma la chiamava "alla triestina"...dovrei fare qualche ricerchina tra i blog e vedere se ha qualche fondamento veritiero!!
    Cmq è sempre buonissima e anche se semplice ovunque la si fa sembra di essere a casa!!!!!Brava!!

    RispondiElimina
  10. Cara Monique, ho avuto esattamente i tuoi stessi problemi ai tempi! E come te l'altro giorno ho avuto voglia di un piatto d'epoca, simile a questo...che buffo! :)

    RispondiElimina
  11. Guardando queste penne mi sta venendo fame!! Deliziose!!

    RispondiElimina
  12. ottima idea per un primo sano..grazie
    baci
    anna

    RispondiElimina
  13. Bellissima e buonissima questa ricettina...sai quali erano le mie ricette cult del periodo in cui vivevo da sola? Latte con i biscotti o cornflakes e bresaola...stop! Poi, per fortuna, è arrivata la voglia di cucinare... :-)

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig