martedì 20 novembre 2012

Gnocchi al pesto di erbette e noci



 Gnocco significa "pezzettino"e va da sé, che per dire "Clooney è un pezzo di ragazzo" si dice "Clooney è un bello gnocco".
Infatti gli gnocchi non sono solo quelli di patate ma tutto ciò che comprende un impasto di piccoli pezzetti. L'impasto infatti può essere anche di semolino (gnocchi alla romana), di acqua e farina (knopfli) o di farina di mais.
Ne esistono in tutte le parti del mondo e vengono conditi con svariate salse.
Lo gnocco di patata (e non sto parlando di George) è sicuramente un piatto antichissimo ma facendo due calcoli,  posteriore al 1492 .
Rispetto a tanti piatti tradizionali italiani, si può dire quindi che è quasi attuale!
Il nonno dello gnocco veniva fatto con il latte, le mandorle tritate e la mollica di pane sostituito in seguito con le patate.
Il segreto indispensabile ad una buona riuscita è la materia prima: la patata deve essere farinosa, di varietà rossa o pasta gialla e qualcuno dice anche che deve essere un pò vecchia.
L'impasto deve essere lavorato poco e con la farina necessaria a compattare le patate, non di più.
Le patate devono essere lessate con la buccia per non fargli assorbire ulteriore acqua e la dimensione dello gnocco deve essere di circa 3 cm con una forma arrotondata.
Se si sfaldano in cottura, il piatto è compromesso.
Se mantengono la forma, sono al dente e sanno di patata, il merito è al 90%  del tubero.
Con una buona patata, avrete un bello gnocco (sto rasentando la pornografia), e un condimento semplice (burro salvia o pomodoro o pesto) esalterà la sua bontà.
Anche George sarà contento.



Per 6 persone:

Preparazione degli gnocchi


1 kg patate
300 g farina
1 uovo
1 pizzico di sale

Formare una fontana con la farina. Lessare le patate con la buccia in acqua salata.
 Pelarle e passarle allo schiacciapatate sopra la farina. Aggiungere l'uovo al centro, un po' di sale e iniziare ad impastare.
Una volta creata una palla omogenea, tagliarla in 4 palline e formare dei cilindretti. Tagliare gli gnocchetti e passarli sopra la tavoletta zigrinata o sopra i rebbi della forchetta.
Disporli su un piano di lavoro infarinato facendo attenzione a non accavallarli tra loro.



 Preparazione del condimento


1 scalogno
un mazzetto generoso di prezzemolo, timo, menta e maggiorana
50 g di gherigli di noce
60 g di grana padano grattugiato

1 bella manciata pinoli
olio di oliva
sale pepe

L'ideale sarebbe il mortaio ma va benissimo anche il frullatore ad immersione.

Frullare insieme le erbette,i gherigli, i pinoli, sale, grana e  olio quanto basta a rendere il pesto omogeneo e fluida. Assaggiare per aggiungere eventualmente sale o grana.
Far soffriggere lo scalogno, versare il pesto e far insaporire. Lessare gli gnocchi in acqua bollente salata e appena tornano a galla, scolarli bene. Unirli al condimento mescolando molto delicatamente.
Servire e completare con un filo d'olio, il pepe e se si vuole, delle noci sbriciolate e dei pinoli tostati.



SHARE:

14 commenti

  1. Buonissimi sono il mio piatto preferito, purtroppo non ho il mortaio, ma chiudiamo un occhio!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao! un bel pesto fresco e leggero questo! ci sembra ottimo per condire una preparazione ricca come gli gnocchi!
    un bacione

    RispondiElimina
  3. Ma quindi Clooney, secondo te, è fatto con: semolino, di acqua e farina o di farina di mais, no perché sapendolo, magari provo a fare l'impasto a casa!!!:-D
    Ottima ricetta.
    Alice

    RispondiElimina
  4. che meraviglia i tuoi gnocchi!!!grande Monique

    RispondiElimina
  5. Bellissimi e buonissimi questi gnocchi

    RispondiElimina
  6. bel piattino ricco....ottimo!
    baci

    RispondiElimina
  7. Ciao cara, mi hai fatto venire l'acquolina in bocca anche se ancora è un po' presto per mangiare!!! Bellissimi gli gnocchi e delizioso il pesto con erbe aromatiche e noci.
    Un bacio e buona giornata.

    RispondiElimina
  8. Ahaha che ridere questo post! Ora però ho anche fame!

    RispondiElimina
  9. Che bel piatto!!! Adoro gli gnocchi (in senso culinario)! Però certo che anche George non sarebbe male. Secondo te dove lo trovo? ;-)

    RispondiElimina
  10. È sempre un piacere passare di qua e sbirciare le tue ricette. Questa è assolutamente da provare: semplice deliziosa e perfetta per questa stagione.

    Buon pomeriggio

    Noemi

    RispondiElimina
  11. Da fare, se non altro per avere l'illusione di assaggiare un po' di Cloney! I tuoi di sicuro sono una garanzia! ahahah salvo il link

    RispondiElimina
  12. Stasera se famo du gnocchi :D di patate, eh! :'D

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig