sabato 14 febbraio 2015

Garlic Bread



 Garlic bread, pain à l'ail, pane all'aglio. 
Una specialità australiana dalla quale non se ne esce vivi. E' tanto deliziosa  quanto pericolosa per ovvie ragioni.
E la cioccolata è buona ma fa ingrassare, e i fritti son buoni ma fan male, e gli affettati alzano il colesterolo e i dolci fanno venire il diabete e l'aglio fa bene, è sano, ne puoi mangiare quanto vuoi ma devi rinunciare alla vita sociale.
Dico io, ma è mai possibile che ogni santa cosa stra-buona e stra-bella a questo mondo, deve essere consumata sempre con parsimonia e attenzione?
Eccheppalle.
Io sogno un pranzo fatto di ciambelle fritte nell'olio fritto, cozze al guazzetto in quantità da reggimento, salamini super piccanti, cioccolata a colate laviche e mandorle con pistacchi e pinoli a pioggia.
Ma soprattutto pane, pane, pane con burro, burro e aglio, aglio.
Tra l'altro scaccia vampiri, spiriti maligni e talvolta rompicojoni.
Vale la pena.






2 baguettes da 250 g
50 gr burro
1 testa di aglio
1 cucchiaino sale
1 manciata di prezzemolo tagliuzzato


Tagliare le baguettes a fette di circa 1 cm, senza andare a fondo con il taglio. Questo permetterà di infornarlo con le fette l'una accanto all'altra. Tenere il burro a temperatura ambiente fino a che può essere lavorato a pomata. Nel frattempo tagliare la "calotta" della testa d'aglio, metterla su leccarda coperta di carta da forno. Versarci un filo d'olio sopra e infornare per 30 min o fino a quando son teneri. Spremere l'aglio, come se fosse un limone in modo da farlo uscire e dividerlo dalla buccia. Aggiungerlo al burro e unire anche il sale e il prezzemolo. Mescolare bene e imburrare le fette di pane. Se avanza, potete anche spalmarlo sopra la crosta. Avvolgere ogni baguettes  con carta stagnola e infornare a 180° per 10 minuti. Aprire la carta argentata e far cuocere per qualche minuto per ottenere una crosta croccante. Servire caldo, tiepido o anche freddo.






SHARE:

15 commenti

  1. uahauhauhauahuahau ti adoro, sei la migliore amica anticonvenzionale che io abbia mai conosciuto! Ps. Evita sta baguette quando ci vediamo eh???

    RispondiElimina
  2. Lo facciamo 'sto pranzo che hai citato? mi sembra non manchi nulla, io porterei anche una dozzina di coppe di tiramisù ma visto che non impazzisci per le uova fermiamoci alla colata lavica di cioccolata.
    p.s. ogni tanto becco mio marito e mio figlio di 8 anni che si mangiano di nascosto teste d'aglio. (e non cubi di cioccolata fondente). Mah.
    buon w.e. tresor.

    RispondiElimina
  3. Questo è a m o r e !! Devo avertelo scritto già, lo ripeto :adoro la tua ironia :))
    E, pane in testa e guazzetto e salamino a parte, pranzerei col tuo menù pure io!
    Felice s.valentino ♥

    RispondiElimina
  4. Questo pane e spettacolare ma ....io ODIO l aglio sarà che sono vampira !
    Proprio non lo reggo solo a sentire l odore muoio , infatti non lo compro , ho in congelatore quello surgelato in micro pezzi e utilizzo quello con mooolta parsimonia .

    RispondiElimina
  5. Mio Dio che bontà di pane!
    Sei una tentatrice assoluta........voglio quella baguette....la voglio!

    RispondiElimina
  6. Buonissimo lo è di sicuro, ma sei certa che riesce a cacciare via perfino i rompicojoni?? Lo faccio subitissimo!!
    Al massino sono al sicuro dai vampiri!! Meglio che niente!!
    Ciaooo!!

    RispondiElimina
  7. Secondo me la vera anticonvenzionalità sta nel non dire "io San Valentino non lo festeggio mai perché bisognerebbe farlo tutti i giorni!" ... e poi strafogarsi questa meravigliosa baguette all'aglio che conquisterebbe anche Dracula per la sua bontà!
    Auguri Mon Trèsor
    Màdame

    RispondiElimina
  8. Se scaccia i rompicoglioni allora ci metto la firma.. e la farina!

    RispondiElimina
  9. condivido tutto...anche l'aglio!!!

    RispondiElimina
  10. Specialità australiana...sai che molti in Australia pensano che sia una specialità italiana e non manca mai dal menu di un ristorante italiano! Però è una specialità un po' anni '80 delle mamme australiane, in versione meno sofisticato con aglio crudo ma sempre buono...mi riporta all mia adolescenza!

    RispondiElimina
  11. e che sarà mai! Dico l'aglio, pazienza per il resto della popolazione :D
    :*

    Cla

    RispondiElimina
  12. Sante parole. La vita è già difficile di per se che se ci autoflagelliamo anche con il questo no perchè ingrassa, il formaggio no perchè alza il colesterolo, la cipolla e l'aglio no perchè poi ci staranno tutti lontani, si finisce per andare al manicomio. Che poi a me l'idea di potermene stare un po' in pace senza rompicojones intorno non dispiace affatto

    RispondiElimina
  13. Avendo vissuto per qualche mese a Londra ho fatto incetta di garlic bread . . . lo adoravo e lo adoro ! Chissene se è grasso . . . mi tira su il morale :D !

    RispondiElimina
  14. Monique per me c'è poco burro :) :) :)

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig