sabato 15 marzo 2014

Terrina di crêpes al cioccolato




L'ho già detto: una delle cose  che mi fa innervosire è leggere o fare una ricetta di un grande chef e pasticcere e rendersi conto che ha omesso qualcosa o che ha saltato qualche passaggio.
Io capisco al 100% il fatto che come maestro, ti riservi di dire tutti segreti, ma dal momento che decidi di fare un libro, l'obiettivo è di far sì che molti, se non tutti, possano fare le tue ricette.
In caso contrario, se ritieni che le tue ricette debbano morire con te, fai a meno di far libri.
Mi scontro spesso con chef italiani e francesi che con foto bellissime mostrano le loro creazioni ma che solo una persona con un po' di esperienza può capire leggendolo, che il procedimento o le dosi non ti daranno mai il risultato fotografato. 
Questa terrine ne è un esempio:
L'idea appartiene allo Chef Stéfane Reynaud. 
Le dosi per le crêpes a mio avviso non erano sufficienti e le ho sostituite con la mia vecchia e collaudata ricetta. Ho avuto la conferma che con la dose originale non sarebbero bastate.
Che dire poi del procedimento che è sì, molto facile ma che lui ha omesso del tutto, ragion per cui mi sono chiesta come avrei potuto tagliare una terrina senza spappolarla.
Insomma, ancora una volta ho fatto da "traduttrice di ricette" e ve la propongo spiegata per noi comuni mortali.

100 g farina
100 g maizena
4 uova
500 ml latte 
1 cucchiaio zucchero a velo
crema di nocciole



In una ciotola versare il latte. Unire la farina, la maizena e lo zucchero facendoli scendere attraverso un setaccio, per non creare grumi e mescolare bene con una frustina. Battere brevemente le uova e unirle al composto. Coprire e far riposare in frigo per 30 min.

Scaldare una padella di 23 cm di diametro e passare con un pennello un pezzetto di burro. Versare un mestolo di composto e far cuocere per circa 1 minuto. Appena i bordi si saranno rialzati, girare la crêpe  e cuocere 1 minuto dall'altro lato. Continuare fino a fine composto, impilando man mano le crêpes. Ne vengono all'incirca 15.

Foderare uno stampo da plumcake (20x11) con pellicola trasparente. Stendere una crepe al centro, tagliarne un'altra in due per foderare i lati. Spalmare di crema.
Spalmare di crema ad una ad una le altre crêpes e riempire lo stampo fino all'orlo. Coprire con pellicola e lasciare in frigo per qualche ora (io 4). Solo il passaggio in frigo eviterà il temuto spappolamento.
Sformare, decorare se si vuole. Tagliare a fette con un coltello molto affilato e far intiepidire al forno o al microonde qualche secondo, fino a che la cioccolata si sia sciolta.
SHARE:

25 commenti

  1. In effetti è capitato spesso anche a me di fare ricette prese da libri di cuochi/pasticceri famosi ritrovandomi poi per le mani una roba che finiva diretta nel cestino...e a casa mia vuol dire che proprio il risultato era immangiabile.
    beh comunque alla fine te la sei cavata da dio, questa terrina è di una bellezza quasi scioccante :-)

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo!Sono rimasta per un po' a guardare la colatura di crema di nocciole che scende con sguardo lascivo, tanto che è passato il mio fidanzato davanti al pc e mi ha chiesto "ma ancora questa foto?"
    Ho detto che guardavo le posate...
    Non ho provato molte ricette di grandi chef, ma con le poche che ho provato ho avuto le stesse impressioni e mi sono anche detta che probabilmente quelle erano dosi dimezzate, per farti venire tortine striminzite invece che i bestioni golosi fotografati, così tu continui a pensarli dei in terra :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto.
      Le posate non sono quelle comprate stamattina; quelle le ho messe "ad invecchiare":-)

      Elimina
  3. La seconda cosa che ho fatto, appena mollata la foto (su cui sono rimasta anch'io imbambolata quei 5 minuti...) è stato andare a cercare questo chef su google...ha la classica faccia da schiaffi e il sorriso storto di chi pensa di esser fico...in conclusione bocciato lui e promossa tu, a pieni voti!!

    RispondiElimina
  4. Che rabbia quando le ricette sono sbagliate o non spiegate! A me è capitato con una ricetta sul web, risultato da buttare... È una cosa odiosa!
    Bravissima tu invece!
    V

    RispondiElimina
  5. Che gola che mi fanno queste crepes... bravissima, come sempre!

    RispondiElimina
  6. E pensare che sono semplici crepes! Bellissima, grazie delle spiegazioni :)

    RispondiElimina
  7. cara Monique, questa purtroppo è una verità: spesso i libri degli chef non servono per spiegare e insegnare ma per vendere la loro immagine. Gli chef dopo i maghi, sono quelli che conservano più gelosamente i loro segreti....
    Grazie per la 'traduzione' :-)
    baci

    RispondiElimina
  8. Capita troppo spesso di legegre ricette a metà...mamma mia che nervi...non me ne parlare ricordo ancora delle éclairs che avrebbero dovuto avere il latte (il latte? boh) che poi non figurava da nessuna parte nella spiegazione della ricetta...vabbé io con le éclairs ho davvero un rapporto pessimo :D
    Comunque questa terrina è stupenda, mi ha colpita subito dalla foto e non ho resistito alla tentazione di venire qua e leggermi tutto il post.
    Elegante ma bella cioccolatosa al punto di impiastricciare le mani :D
    Buon weekend Monique!
    Lou

    RispondiElimina
  9. hai aperto un argomento piuttosto realistico purtroppo.. il loro obbiettivo è, nella maggior parte dei casi, il profitto.. non certo quello di condividere, trasmettere.. vabbè mi godo questa meraviglia.. brava come semrpe.. foto indimenticabili
    baciotti

    RispondiElimina
  10. la ragione per cui non compro più libri "stellati" ma solo post it volanti da amiche/nonne/zie ecc...e ovviamente foodblogger ;-) stupenissima la foto!

    buon sabato

    RispondiElimina
  11. Una cosa che fa innerovosire anche me! Ma comunque la terrina come la presenti tu mi fa venire un'appetito! Davvero spaziale <3

    RispondiElimina
  12. io ormai mi affido a ricette collaudate di persone...purtroppo ho tantissimi libri ma solo x idee...alla fine c'è sempre qualcosa che non riporta! la foto è splendida!

    RispondiElimina
  13. Ma che davvero???????? porca miseria credevo che fossero cose che capitavano soltando prendendo ricette dal web..ed invece.. anche quelle dei libri di grandi chef.. però che delusione!!! Tu l'hai "tradotta" alla perfezione.. il risultato visivamente mi piace tanto..e non oso immaginare che golosa!!!!!! baciotti e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  14. Meravigliosa e immagino buonissima!!! :)

    RispondiElimina
  15. la proverò a fare perché deve essere buonissima. per quanto riguarda il commento riguardo agli chef e alle loro ricette semi-svelate... anch'io ne avrei da dire! brava!

    RispondiElimina
  16. Purtroppo accade davvero spesso! Ma tu te la sei cavata alla grande ;)

    RispondiElimina
  17. Anche a me è capitato e ho pure rifatto la ricetta due volte per poi capire che era il libro a riportarla sbagliata sgrunt!!!!! E meno male che con la tua esperienza hai capito dove era l'errore e te la sei cavata egregiamente! Uno splendido dolce che non conoscevo, deve essere golosissime! Buon sabato cara!

    RispondiElimina
  18. oh mamma mia! e noi che pensavamo che le crepes si potessero solo arrotolare...la fetta spappolata la mangiamo volentieri!

    RispondiElimina
  19. TE SEI PAZZA A PUBBLICARE UNA COSA COSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII :-)
    manco da un po' e ho perso tanti -tantissimi post, di tutti, ma con questa si va tutte all'inferno, 6 ° cerchia. Ecco fatto.

    RispondiElimina
  20. Tesoro é verissimo quello che dici!! Per fortuna che noi ormai abbiamo occhio e ci rendiamo conto che certe ricette sono sballate però mi metto nei panni di chi segue le ricette pari passo e gli viene una schifezza e non c`é chef ne pasticcere sincero..da Montersino a De riso io ho sempre trovato delle dosi assurde!!! A parte questo cara questa meraviglia mi ha incollata al monitor ...é libidine e goduria allo stato puro!!! Un bacioneeee immenso

    RispondiElimina
  21. Alla faccia di Stefane (che sicuramente di porterà a spasso le sue crepes!!!) i complimenti li faccio tutti a te per lo spettacolo di goduria che ci hai presentato!!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  22. Ciao! sfondi una porta aperta...a volte è capitato anche a me e mi sono innervosita subito!! ihihih queste crepes sono buonissime e la foto molto invitante ...bravissima! un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. ciao monique, sono venuta sul tuo blog per partecipare al bellissimo contest sui finger e guardando questa ricetta mi sono resa conto che non ti seguo!!! devo essere pazza :D rimedierò subito!
    un bacio e bravissima

    RispondiElimina
  24. I wish this was in English. ..

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig