sabato 13 ottobre 2012

Panini al latte e zucca



 Sono orgogliosissima dei miei panini. 
Dopo la cottura ho voluto pesarli perchè era convinta che avessero dimezzato il loro peso. 
E invece no, il peso è lo stesso, sono leggeri sul peso della mano e cedono alla pressione del dito ma il peso non è cambiato.
 Ancora una volta mi inginocchio alla bontà degli impasti idratati.
La presenza della zucca ricca d'acqua, rende l'impasto poco lavorabile ma il risultato è un pane molto morbido e gustoso.
Perchè l'aggiunta del latte in polvere? Solo per il sapore. Il latte liquido aiuta la lavorazione dell'impasto e la morbidezza ma quello in polvere gli dà il gusto di latte! Non è obbligatorio ma se non lo mettete, i miei saranno più buoni dei vostri eh!

Vi invito spassionatamente a provarli, ne vado fiera e continuerò su questa strada per altre morbidose avventure.



300 g farina 00
80 g zucca frullata e sgocciolata
75 ml latte
50 gr burro temperatura ambiente
50 g zucchero di canna
2 g lievito secco (2 cucchiaini rasi)
2 cucchiaini rasi di sale
1 uovo
1 cucchiaino latte in polvere

latte e acqua per spennellare
semi di zucca per decorare

La sera 
Frullare la zucca e lasciarla sgocciolare un po'. Mescolare in una ciotola la farina con lo zucchero, il lievito, il sale e il latte in polvere.
Creare una fontana e aggiungere al centro il latte, poi l'uovo battuto e il purè di zucca.
Una volta che l'impasto è abbastanza lavorato, formare una palla, incidere una croce, allargare i lembi e metterci il burro tagliato a dadi. Impastare per 10 minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Aggiungere altra farina a poco a poco, solo per rendere più lavorabile la pasta.
 La quantità di farina dipenderà da quanta capacità di assorbimento ha e da quanto liquido è rimasto nella zucca, per questo è importante sgocciolarla bene.
Formare una palla, avvolgerla in pellicola e metterla nella ciotola, in frigo per tutta la notte (10/12ore), l'impasto deve essere raddoppiato.



La mattina
Accendere il forno  a180°.
Dividere la pasta in panini da 60/80g.
Sarà lievemente appiccicoso perciò dovrà essere lavorato il meno possibile, pirlarlo a pallina e adagiare su carta forno.
Coprirli e lasciarli al coperto e in un luogo tiepido un'altra mezz'ora.
Raddoppieranno di volume perciò distanziateli tra loro.
Spennellarli delicatamente con un uovo battuto e un cucchiaio di acqua (tutti e due a temperatura ambiente).
Infornare per 15/20minuti o comunque fino a doratura.



SHARE:

21 commenti

  1. mamma mia che buoni questi panini
    brava :))

    RispondiElimina
  2. Mai fatti nè assaggiati con la zucca.. devono essere molto buoni! baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  3. Stavolta un gesto, non un commento.Mi inchino.

    RispondiElimina
  4. che buona mi piace questa idea si si!!

    RispondiElimina
  5. Scusa ma, tipo che non guardo cosa fai per due giorni e tu mi sforni 3 post di questa portata? Ma lo sai di esagerare? Tutto buonissimo, i panini belli, ma la pata-astuccio scusami... grande!

    RispondiElimina
  6. Hai ben ragione di esserne fiera: sono stupendi e sicuramente buonissimi!

    RispondiElimina
  7. e fai bene ad essere molto orgogliosa di panini così ben riusciti, favolosi ;)

    RispondiElimina
  8. Bella soddisfazione, complimenti. Ciao.

    RispondiElimina
  9. mi segno subito la ricetta perchè io adoro la zucca!!! e questi panini sembrano soffici...buoni...dolci...li voglio!!!

    RispondiElimina
  10. eh no! e questi me li segno e giuro che li rifaccio!! poi ti faccio sapere :))) sono bellissimi Monique!!

    RispondiElimina
  11. fantastici!!! fantastici!!!!! bravissima, sembrano cosi' morbidi e sfiziosi!

    RispondiElimina
  12. Eccoci a confermarti l'inserimento della ricetta. Belli buoni e facili!!!
    Bacioni e buona domenica
    Tiziana

    RispondiElimina
  13. È qualche giorno che non passo e mi sono persa dei post bellissimi!!
    Questi panini sono una delizia e siccome adesso la zucca la metto ovunque, non posso non provarli!
    ....magari anche oggi và!!! Ciao

    RispondiElimina
  14. oddio che teneri ^.^ mi incuriosiscono un sacco questi panini al latte con la zucca! complimenti,saluti e buona domenica!

    RispondiElimina
  15. Li ho provati.....deliziosi....soffici. brava.Isotta

    RispondiElimina
  16. ciao, seguo con molto interesse il tuo blog da un po' di tempo, anche se fino ad ora non avevo mai scritto. Naturalmente ti faccio i miei complimenti, sia per le tue ricette che per i tuoi scritti, sono sempre molto piacevoli da leggere, quasi come un buon libro.
    Ma visto che di complimenti ne ricevi già a bizzeffe, di certo non ti servono i miei, e vengo al punto: trovo questa ricetta particolarmente intrigante e vorrei rifarla visto che ho una splendida zucca da usare, quello che mi chiedevo è: la zucca, prima di essere frullata, deve essere cotta?
    Grazie
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! questa ricetta è di 3 anni fa, non ricordavo nemmeno di averla fatta!! comunque non credo di aver cotto la zucca, lo avrei scritto. credo di averla frullata da cruda, esce un po' d'acqua, per questo va sgocciolata. Se avessi tempo la rifarei, per darti conferma /e soprattutto per rifare la foto!!!) ma davvero se non l'ho scritto, credo che sia da frullare a crudo. Fammi sapere se la fai!

      Elimina
  17. ciao, seguo con molto interesse il tuo blog da un po' di tempo, anche se fino ad ora non avevo mai scritto. Naturalmente ti faccio i miei complimenti, sia per le tue ricette che per i tuoi scritti, sono sempre molto piacevoli da leggere, quasi come un buon libro.
    Ma visto che di complimenti ne ricevi già a bizzeffe, di certo non ti servono i miei, e vengo al punto: trovo questa ricetta particolarmente intrigante e vorrei rifarla visto che ho una splendida zucca da usare, quello che mi chiedevo è: la zucca, prima di essere frullata, deve essere cotta?
    Grazie
    Cristina

    RispondiElimina
  18. Ciao, ho provato a fare questi splendidi paninetti. Come mi hai detto tu, ho usato la zucca cruda, ma a dire il vero più che un purè ho ottenuto una sorta di fine granella, o di grossolana farina! Che dipenda dal tipo di zucca? Io ho usato la berrettina piacentina. L'ho anche lasciata a sgocciolare per mezza giornata, ma in effetti era umida poco più del Sahara!! Comunque sono riuscita ugualmente a realizzare questi deliziosi paninetti, aggiungendo ovviamente un pochino di latte per ribilanciare i liquidi. Davvero ottimi, sembrano quasi delle piccole brioches. Grazie per la ricetta e per l'aiuto.

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig