venerdì 12 dicembre 2014

Charlotte Mont-Blanc


Mont-Blanc: il dessert bomba, quello che ti fa sentire in colpa solo a nominarlo, quello con castagna, panna e meringa e nessuno dei 3 ingredienti è consigliato in una dieta ipocalorica. Della serie: mi faccio del male. Eppure non è mai fuori moda, c'è gente che riesce a farci pure una Charlotte. E non faccio nomi.
Me la sono sognata con le meringhe giro-giro, un'alta muraglia di castagne e riccioli bianchi di chantilly.
Nel momento più bello però non me la sono sentita: ho immaginato me stessa a correre per 45 minuti, facendo addominali e glutei per cercare di buttar giù le gioie diaboliche di questo dolce e ho cambiato idea.
Ho eliminato quello che a livello calorico, aveva la cifra più alta.
Ho sostituito le mura di meringa con dei boudoirs artigianali che tra l'altro non mangio. Li ho sfruttati per onorare l'estetica della charlotte classica, tenendo però le meringhe da parte che in casa di una foodblogger mica possono mancare.
Mia sorella sbarca a casa mia alle 21.30. Dopo una cenetta frugale mi permetto di dirle che c'è un quarto di torta alle castagne.
Siam tra sorelle, manco le do un piattino: la faccio mangiare direttamente dal piatto di portata con un cucchiaino che, dal momento in cui viene afferrato, continua a fare il percorso bocca-torta, torta-bocca, fino all'ultima briciola. A metà percorso però, ho la malsana idea di proporle una meringa da sbriciolare a random. 
Sopra ogni più dignitosa previsione, la sua risposta è SI.
Senza nè A né BA, la sorella si cala il quartino di Mont Blanc e con la bocca piena dell'ultimo boccone raschiato dallo smalto del piatto mi chiede:
-"Avresti un'altra meringa?"
Son soddisfazioni...



Per circa 10 persone
Anello da pasticceria di 17cm

16 circa savoiardi
500 g confettura di castagne (acquistate la marca con meno zucchero)
300 g panna da montare
9 fogli di gelatina
80/100 g castagne cotte

Per decorare 
3/4 marrons glacés 
50 g panna 
purea di castagne 



Mescolare la confettura di marroni per renderla più fluida. Montare la panna a chantilly. Far reidratare la gelatina in acqua fredda per 10 minuti. Strizzarla bene e metterla in un pentolino con 2 cucchiai di panna liquida. Farla sciogliere a fuoco dolce mescolando di continuo per un minuto.
Aggiungere la gelatina alla confettura. Aggiungere le castagne sbriciolate e  la panna montata mescolando con delicatezza dall'alto verso il basso per non smontarla.
Preparare sul piatto di portata l'anello a 17 cm. Disporre i savoiardi all'interno dell'anello con la parte zuccherata rivolta al'esterno, tagliandoli se necessario in modo che sbordino solo di un paio di cm massimo.
Versare la crema di castagne. Se avete seguito le mie misure, la crema arriverà precisa a livello del borso dell'anello lasciando scoperti i savoiardi per 2cm.
Coprire e lasciare in frigo a rapprendere per 12 ore.
Io l'ho decorata con i vermicelli (crema di castagne passate attraverso un attrezzo per creare i vermicelli), qualche ricciolo di panna montata e i marrons glacés.






SHARE:

17 commenti

  1. Monique questa charlotte è qualcosa di straordinario!!! Mi segno subito la ricetta per farla... dopo le feste magari, perchè per ora ho già una tabella di marcia seratissima ;-)

    RispondiElimina
  2. Incantata dal tuo Mont Blanc, fortunata tua sorella a papparselo tutto...comunque avrei fatto proprio come lei :D ma tu già lo sai.
    Baciii

    RispondiElimina
  3. Ma ti sembra l'orario per pubblicare certe cose!? Adesso andrò a letto sognando quest'architettura di dolcezze e domattina ne avrò voglia all'ennesima potenza....ahimè quanto soffro per la mia inettitudine in questi momenti....
    Notte e sogni dolci anche a te, ché se poi ci portano a cotanto...
    Màdame

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mia cara, ti scrivo presto: se ho messo la foto a quest'ora è perché sono oberata. Aspettami!

      Elimina
  4. Monique, continuo ad immaginare le mura di meringhe ... se è già stratosferica così...
    Guarda, è talmente bella ed invitante che mangerei anche il fiocco.

    RispondiElimina
  5. sono senza parole,complimenti cara

    RispondiElimina
  6. Ohhhhh tua sorella si che mi piace, chissenefrega delle calorie. Bello godersi la vita. Ma in uno dei secondo di pausa tra piatto a bocca ti ha almeno detto che la charlotte è così bella che era quasi un peccato mangiarla?

    RispondiElimina
  7. Quando guardo il mont blanc mi viene sempre in mente la scena di Nanni Moretti in Bianca...
    https://www.youtube.com/watch?v=KkZWKSjdASk
    A me non piace troppo la panna, non mi piacciono i marrons glacés, ma ti assicuro che questa l'assaggerei per quanto è invitante! Grande tua sorella :D

    RispondiElimina
  8. Una bomba forse sì... Però super golosa :-P

    RispondiElimina
  9. Favoloso e anche abbastanza furbo nella realizzazione

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia!Sei veramente brava Monique,non solo come cuoca e fotografa.Mi piace quando ci sono blogger come te:brave anche nel saper raccontare.
    Vengo al dunque:é da anni che voglio cimentarmi nel Mont Blanc,anni fa avevo trovato una versione monodose che mostrava quella sorta di spaghetti/vermicelli come decorazione finale:non ho trovato il beccuccio ideale,quindi ti chiedo qual'è questo attrezzo per vermicelli di cui parli.
    Grazie e contiuna con le tue belle ricette...che mangio con gli occhi.
    Antonella

    RispondiElimina
  11. Adoro i tuoi post, ironici, divertenti, essenziali. Adoro le tue foto pulite, eleganti, comunicative. Ma come fai a farle cosi belle? E per ultima cosa .. adoro anch'io le castagne per non parlare del mont blanc. Una forchettata please! Tanta stima e tanto piacere di averti conosciuto! Giulia

    RispondiElimina
  12. Ánh mắt Vương Lâm chợt lóe, tay phải lật lên lại tạo ra một đạo pháp

    quyết. Quả cầu thịt phịch một tiếng, từ trên cơ thể của Đằng Lệ bay ra, nổi giữa không trung. Đằng Lệ lúc này, cả người chỉ còn lại da bọc

    xương, giống như một bộ xương khô.

    Vương Lâm thở thật sâu, phun ra một ngụm linh khí, tiến vào bên trong

    quả cầu. Quả cầu thịt nhanh chóng co lại. Sau một lúc lâu, trở thành nhỏ
    chung cư hà nội
    dịch vụ hoàn thuế
    dịch vụ kế toán thuế

    dịch vụ quyết toán thuế
    học kế toán thuế thực hành
    trung tâm kế toán
    dịch vụ báo cáo thuế
    dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm
    dịch vụ kế toán nội bộ
    dịch vụ dọn dẹp sổ sách
    khoá học kế toán cho giám đốc
    học kế toán thực hành

    bé giống như quả cầu máu trước đó.

    Lúc này trên mặt Vương Lâm mới lộ ra vẻ mệt mỏi, hắn lấy cái hồ lô linh

    khí ra, uống một ngụm lớn, nhắm mắt thổ nạp. Không lâu sau, hắn mở hai

    mắt ra, chỉ vào thân thể Đằng Lệ.

    Lập tức nổ lớn ầm ầm, toàn bộ xương cốt của Đằng Lệ nhanh chóng đứt

    đoạn, hoá thành bột xương, từ trên da mà chảy ra, ngưng tụ lại một chỗ

    tạo thành một cái quả cầu xương.

    Ba cái quả cầu nhỏ máu, thịt, xương. Các thành phẩm tự xếp hàng, phát ra ánh sáng yêu dị.

    RispondiElimina
  13. ciao cara, sono arrivata la tuo blog perchè ho visto in rete la foto della bellissima ricetta "Charlotte cioccolato bianco e mandarino" del blog MIEL & RICOTTA. Ma non la trovo, sono imbranata o non c'è più? :-) grazie ciao Sara

    RispondiElimina
  14. Noooo, e perchè mai?! Ho visto le foto ed era splendida! Leggendo i commenti di altre ricette, alcune persone avevano fatto anche riferimento a questa ricetta... Ciao, Sara

    RispondiElimina

APPREZZO consigli, critiche, opinioni, domande, nuove amicizie e semplici saluti.
Visto che non guadagno a commento, sarei molto più felice averne pochi e sinceri che tanti ma ad cazzum.

I commenti ANONIMI NON FIRMATI saranno cancellati.

Printfriendly

© MIEL & RICOTTA. All rights reserved.
BLOGGER TEMPLATE DESIGNED BY pipdig